• Google+
  • Commenta
4 dicembre 2011

Parte “Il cinema impossibile” al MARTE

Si è tenuta ieri presso la Mediateca di Cava de’ Tirreni la serata inaugurale de “Il cinema impossibile ovvero il Profondo, il Fatale, il Barbarico”, rassegna cinematografica curata da sei giovani studiosi ed appassionati di cinema, che trae la propria ragion d’essere da una frase di Carmelo Bene: “la ricerca impossibile non è l’impossibilità della ricerca. La ricerca impossibile è porre con rinnovato vigore la domanda sul destino del teatro dal suo stesso centro” .

Si sono voluti dunque identificare sei fattori, aspetti fondanti ed allo stesso tempo fini di una tensione, ognuno affidato ad uno dei sei giovani studiosi curatori della rassegna ed ognuno indagato attraverso due pellicole, per capire questo cinema “chi è, dove va” da un punto di vista finalmente originale.

Ieri sera, dunque, il primo appuntamento: alla presenza di un nutrito pubblico (che, come sottolineato ironicamente nel corso della presentazione, ha preferito la rassegna “impossibile” all’uscita in sala dell’ultimo capolavoro di Woody Allen, “Midnight in Paris”) i curatori hanno introdotto ognuno la propria sezione.

Poi la parola ad Elio di Pace, curatore della sezione intitolata “Il Meta-cinema: la magnifica disillusione”, che ha avuto luogo nel corso della stessa serata: «Nel bianco abbacinante della stanza in cui abbiamo selezionato i film da proporre per questa rassegna, senza pensarci due volte ho scelto La Palla n. 13 di Buster Keaton e Due o tre cose che so di lei di Jean-Luc Godard. Il primo non è ancora meta-cinema, il secondo non è più meta-cinema. »

La rassegna prosegue fino al prossimo Maggio al ritmo di una serata per ogni primo Venerdì del mese: ecco la lista dei prossimi appuntamenti.

Venerdì 13 gennaio 2012 (ore 19,00) LA SCOMPARSA | Lost in the Forest/Lost in the City, a cura di Pino Iorio

_ “Manhattan by numbers” di Amir Naderi (Usa, 1993)

_ “Vinyan” di Fabrice Du Welz (Francia/Belgio/Gran Bretagna, 2008)

Venerdi 3 febbraio 2012 (ore 19,00) L’ERESIA | HeretiCall: l’eresia è una chiamata del destino a cura di Saverio Monda

_ “La Passione di Giovanna d’Arco” (“La passion de Jeanne d’Arc”) di Carl Theodor Dreyer (Francia, 1928)

_ “Picnic ad Hanging Rock” (“Picnic at Haning Rock”) di Peter Weir (Australia, 1975)

Venerdì 2 marzo 2012 (ore 19,00) L’ASSENZA | Asincronie ed intermittenze dell’esistenza, a cura di Francesca Ferrara

_ “Che ora è laggiù?” (“Ni neibian jidian”) di Tsai Ming-liang (Francia/Taiwan, 2001)

_ “Les jours où je n’existe pas” di Jean-Charles Fitoussi (Francia, 2003)

Venerdì 6 aprile 2012 (ore 19,00) L’ECCEDENZA | Nostra S(ignora) Salomè (l’eccedenza delle forme in Carmelo Bene), a cura di Antonino Masilotti

_ “Nostra Signora dei Turchi” di Carmelo Bene (Italia, 1968)

_ Salomé” di Carmelo Bene (Italia, 1972)

Venerdi 4 maggio 2012 (ore 19,00) IL SILENZIO | Ritmi senza voce nel nuovo cinema orientale, a cura di Francesca Fichera

_ “Dolls” (“Dolls – Dooruzu”) di Takeshi Kitano (Giappone, 2002)

_ “Ferro 3 – La casa vuota” (“Bin-Jip 3 – Iron”) di Kim Ki-Duk (Corea del Sud, 2004)

Pasquale Parisi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy