• Google+
  • Commenta
16 febbraio 2012

Belgio: ricercatori sviluppano nuovo vaccino per combattere l’HIV

I ricercatori dell’Istituto di Medicina Tropicale (ITG), dell’ospedale universitario d’Anversa (UZA) e dell’Università d’Anversa (UA) hanno sviluppato un nuovo vaccino che potrebbe rivelarsi fondamentale nella lotta contro il virus dell’HIV. Il vaccino, già testato su sei volontari sieropositivi, utilizza i globuli bianchi che vengono prelevati dal paziente per indurli a riconoscere il virus dell’HIV e poi a combatterlo.

La ricerca ha infatti dimostrato che le cellule CD8, deputate a combattere il virus, ricevono poco sostegno dalle cellule dendritiche, atte ad informare le CD8 della posizione e del momento più opportuni per neutralizzare il virus HIV. Sono proprio le cellule dendritiche ad essere estratte dal corpo del paziente, per poi essere coltivate artificialmente in provetta ed arricchite di informazioni inerenti l’HIV. Le cellule vengono poi reintrodotte nel paziente ad intervalli regolari.

Dopo ogni vaccinazione, le cellule “di combattimento” CD8 hanno sempre riconosciuto il virus e la risposta immunitaria all’HIV è aumentata. Tuttavia gli studiosi sottolineano che, nonostante il vaccino, l’HIV è ancora in grado di modificare le sue proteine in modo abbastanza veloce da poter sfuggire all’attacco, per cui al momento resta da perfezionare lo studio di un trattamento adeguato a combattere l’HIV. Ciò significa che questo nuovo metodo non permette ancora di guarire dall’AIDS: la strada per neutralizzare l’HIV è ancora lunga, ma la scoperta dei ricercatori belgi rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la cura da questo terribile virus.

 

Google+
© Riproduzione Riservata