• Google+
  • Commenta
18 febbraio 2012

Erasmus in Spagna: studente perde la vita, ancora si cerca il corpo

 

Una serata apparentemente come tutte le altre quella in cui ha visto la morte Tomas Velick, studente slovacco di Economia in erasmus a La Coruna, comune situato nell’estremo nord-ovest della Spagna, nella regione autonoma della Galizia.
Era la notte del 27 Gennaio quando il giovane, in compagnia di alcuni amici, si è recato nella spiaggia di Orzan, forse per puro atto di goliardia o, tesi più quotata, a causa di qualche bicchiere di troppo; difatti poco tempo prima i giovani avevano bevuto elevate quantità di alcool in un pub della città per festeggiare la fine della meravigliosa esperienza vissuta e il ritorno nel proprio Paese che sarebbe avvenuto di lì a poco.Precisamente alle 5.03 del mattino, la polizia riceve una telefonata nella quale viene fatto presente che una persona è in mare e trova difficoltà a tornare sulla terraferma: si tratta di Tomas Velick, catturato dalla forte corrente.
Solo alle 5.20 tre poliziotti si recano in loco e si lanciano tra le onde per tentare di salvare la vita del giovane.

Tragico e drammatico l’esito del salvataggio, sia i tre poliziotti che lo studente perdono la vita.
Le ricerche delle autorità competenti intorno al litorale hanno portato al ritrovamento quasi immediato del corpo di uno dei poliziotti, seguito nei giorni seguenti dal ritrovamento dei corpi degli altri due. Ad oggi, nonostante siano passate tre settimane dalla tragedia, il corpo di Tomas risulta ancora disperso. Polizia, forze dell’ordine e protezione civile sono ancora impegnati nelle ricerche.

La Coruna è scioccata dall’accaduto e ha proclamato il lutto cittadino: mass media e gente comune continuano ad alimentare il dibattito in merito al fatto. Sperando quindi che eventi simili siano solo sporadici, un pensiero va a coloro che non ce l’hanno fatta.

Google+
© Riproduzione Riservata