• Google+
  • Commenta
24 febbraio 2012

La gioventù sportiva: esiste?

Dalle pagine dello Scandinavian Journal of Medicine and Science in Sports risulta un dato increscioso ma ormai noto ai più: i giovani sono sempre meno atletici. A riportare tale dato è Lejf Inge Tjelta, coordinatore di un’ampia ricerca norvegese. Dalla ricerca effettuata risulta che le prestazioni degli atleti dal 1969 al 2009 sono calate di circa il dieci per cento.

Lo studio è stato effettuato analizzando i registri degli insegnanti di educazione fisica. Le differenze principali che sono emerse, rispetto al passato, sono le seguenti:

– Fino al 1980 la resistenza e la velocità dei ragazzi era rimasta sostanzialmente costante ma nel decennio successivo il crollo è stato vertiginoso.

– Anche gli atleti migliori di oggi rispetto al passato presentano condizioni fisiche diverse e inferiori quindi le loro performance non presentano più lo stesso livello di un tempo

Secondo lo studioso Tjetla la causa principale di questa realtà è da imputare al sistema scolastico, poche, infatti, sono le ore riservate a tale disciplina che dovrebbe essere rivalutata. Motivo principale di questa rivalutazione è il voler prevenire obesità e sovrappeso. Difatti, se già da piccoli si intraprende un’attività sportiva è più probabile che rimanga in futuro l’idea di rimanere “in forma”.

Google+
© Riproduzione Riservata