• Google+
  • Commenta
23 febbraio 2012

Musicisti iracheni a Modena

Il Centro Linguistico d’Ateneo (CLA) dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia darà sostegno linguistico ai musicisti dell’Iraqi National Symphony Orchestra con lezioni di italiano. Il gruppo di 13 elementi sarà ospite per 5 mesi di Modena, dove nell’ambito del progetto “Italy&Iraq”seguirà anche lezioni all’Accademia di Belcanto Mirella Freni – Cubec, all’Istituto superiore di studi musicali Vecchi-Tonelli e alla Cappella musicale del Duomo di Modena. A tenere a battesimo l’iniziativa venerdì 24 febbraio giungerà a Modena l’ambasciatore iracheno in Italia Saywan Barzani.

 L’Iraqi National Symphony Orchestra (INSO) sarà ospitata a Modena per 5 mesi dove seguirà un corso intensivo di lingua e cultura italiana. Si tratta di un gruppo di 13 musicisti, comprendente giovani e docenti del più importante centro sinfonico dell’Iraq, che si tratterrà  fino a metà luglio sotto l’ombra della Ghirlandina per un’esperienza di scambio culturale e musicale da svolgersi presso il Centro Linguistico dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Ne fanno parte cantanti lirici, musicisti dell’orchestra giovanile e un direttore di coro. La scelta degli ospiti mediorientali è caduta sulla nostra città in quanto nota in tutto il mondo per aver dato i natali a Luciano Pavarotti e Mirella Freni, ma anche perché qui potranno seguire un corso pensato proprio per studenti di madre lingua araba, insegnato da docenti con una profonda conoscenza della lingua, che dovrebbe permettere loro un pieno inserimento nel contesto di studio e nella comunità locale.

Iniziative di questo genere – afferma il Direttore del Centro Linguistico di Ateneo prof. Marc Silverportano ricchezza al nostro Ateneo che da anni, ormai, investe nei rapporti internazionali. Il supporto del Centro Linguistico di Ateneo, né è un ulteriore conferma”.

Saranno giornate davvero intense ed impegnative quelle che questi giovani musicisti vivranno a Modena, poiché saranno altresì impegnati a ricevere lezioni presso l’Accademia di Belcanto Mirella FreniCubec, avendo come docente d’eccezione la celebre soprano direttamente coinvolta nella formazione per la tecnica esecutiva, all’Istituto superiore di studi musicali Vecchi-Tonelli, che si occuperà dell’aggiornamento dei musicisti d’orchestra con lezioni di strumento individuali e nei gruppi da camera e, infine, alla Cappella musicale del Duomo di Modena, dove il direttore di coro affiancherà il maestro Daniele Bononcini nella didattica con tutti i cori durante i servizi liturgici.

A far visita ai musicisti venerdì 24 febbraio 2012 alle ore 15.30 presso la sede del CUBEC (Ex Ospedale S.Agostino – viale Berengario 20) a Modena, arriverà anche l’ambasciatore iracheno in Italia Saywan Barzani, che incontrerà il Direttore dell’Accademia Belcanto – Cubec Michele Montanari, il soprano Mirella Freni, il Direttore della Iraqi National Orchestra M.o Karim Wasfi ed il prof. Marc Silver, Direttore del Centro Linguistico dell’Ateneo modenese-reggiano.

 L’iniziativa, che vede coinvolti l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, il Comune di Modena ed è finanziato dal Ministero degli Affari Esteri – cooperazione allo sviluppo con il supporto dell’Ambasciata italiana a Baghdad, si inserisce nel progetto “Italy&Iraq” ed ha come obiettivo la conoscenza delle profonde radici della storia musicale europea.

 

Google+
© Riproduzione Riservata