• Google+
  • Commenta
29 febbraio 2012

Risate amare nel nuovo film di Verdone!

 

Posti in piedi in paradiso” , la nuova commedia di Carlo Verdone promette grandi

risate ma anche riflessione! In uscita il  2 marzo nelle sale italiane, il film racconta la

storia di tre padri separati ai tempi della crisi, che per ‘aiutarsi’ vanno a dividere lo

 stesso (fatiscente) appartamento. Achille, interpretato da Verdone, è un ex produttore

 discografico che ora gestisce un negozio di vinili, Domenico, interpretato da Marco

 Giallini, è un agente immobiliare con il vizio del gioco, che si improvviserà gigolò per

sbarcare il lunario. Fulvio, interpretato da Pierfrancesco Favino, è un importante

 critico cinematografico ormai ridotto a scrivere di gossip.

All’improvviso una spumeggiante Micaela Ramazzotti entrerà nelle loro vite nei panni di una strampalata cardiologa.

 

In questo lavoro, il regista romano prende ispirazione dai grandi della commedia all’italiana come Monicelli, Germi e

Scola nel rivisitare la commedia moderna. Tre disastrati in cerca di un Paradiso, invischiati in una vita di responsabilità,

alimenti e debiti. Il film cerca di raccontare con il sorriso un problema della società odierna: la figura del padre separato

che per svariate ragioni dopo il divorzio si riduce al fallimento totale. “La commedia, se scritta ed interpretata bene  riesce

 più di ogni altro genere cinematografico a raccontare situazioni drammatiche anche con l’ironia!”, come spiega il regista.

 

 

Lo stile tipico di Verdone imperversa per  tutto il film, tra gag, ansie, battute divertenti, musica Rock e uno sguardo

malinconico al passato colorato dalle performance esilaranti di Giallini, Favino  e Ramazzotti. 

Un affresco spassoso sull’Italia di oggi, dove l’unica “salvezza” sono i figli più maturi dei genitori e sulla fragilità degli

uomini a dimostrare che non sono poi così invincibili come spesso vogliono far credere.  Di certo farà riflettere i maschietti

e ridere un po’ alle donne. Nel cast anche Nicoletta Romanoff e Diane Fleri.

 

 

 

 

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata