• Google+
  • Commenta
23 marzo 2012

A Napoli “L’Arte della Felicità 2012”, il festival diffuso della filosofia

Giunto alla sua ottava edizione, il festival della filosofia “L’Arte della Felicità” quest’anno ha per tema la Verità; una serie di incontri con personalità accademiche e culturali di livello internazionale articoleranno i vari appuntamenti nei giorni partenopei dedicati al festival – dal 22 marzo al 1° di aprile.

DALL’IDEA ALLA CREAZIONE DELLA RASSEGNA FILOSOFICA. Un progetto che col trascorrere degli anni si rinnova sempre più: questo è il segreto della rassegna filosofica L’arte della Felicità. Una manifestazione improntata sul dialogo e sul confronto, abolendo certezze assolute, così come ha sintetizzato nella presentazione dell’evento Luciano Stella che insieme a Francesca Mauro è l’ideatore della rassegna.  L’Arte della Felicità,  pur essendo un evento chiaramente indipendente e autogestito è comunque sostenuto dall’Assessorato alle politiche giovanili e dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Napoli. Proprio l’Assessore alle politiche giovanili Giuseppina Tommaselli sottolinea il valore fondamentale del progetto che mira a  “fare di  Napoli un centro culturale vero, dove i giovani possano avere un punto di riferimento importante per confrontarsi e dialogare sui più svariati temi“.  Sponsor dell’edizione 2012 del festival sarà Cariparma Crèdit Agricole, da sempre attiva nell’aiutare opere intellettuali e artistiche,volte a incoraggiare la crescita economica nel territorio.

LA VERITA’ – IL TEMA DELL’OTTAVA EDIZIONE. Chiamati a interagire col pubblico sul tema di quest’anno, – la Verità e i suoi molteplici risvolti e significati- un folto gruppo di personaggi autorevoli nelle più svariate discipline, spaziando dalla filosofia al giornalismo, per non dimenticare l’arte cinematografica. Davvero ricco il calendario di incontri, che secondo la formula creata per l’occasione del “festival diffuso”, saranno ospitati nei vari edifici più significativi della città come ad esempio il celebre Museo di Villa Pignatelli e l’Istituto italiano per gli studi filosofici. Tra i nomi presenti alla kermesse vale la pena ricordare Agnes Heller – filosofa di origini ungheresi – la blogger e giornalista Mona Eltahawy, protagonista della rivoluzione egiziana a Piazza Tahrir, e Massimiliano Bruno,  nuovo e promettente autore del cinema italiano.

L’INCONTRO CON ALDO MASULLO E CON I DETENUTI. Tra dibattiti e laboratori creativi, ulteriori punti di vista saranno dati grazie alle parole e alle storie dei detenuti delle carceri campane con “la Verità in prigione” : appunto una serie di incontri (5 in totale) tra studenti di filosofia e detenuti, che vuole anche essere un modo per far comprendere  a chi sta dietro le sbarre che la nostra società non li ha dimenticati. a tirare le somme del discorso sulla Verità su l’edizione sarà l’autorevole voce del prof. di filosofia morale all’Università di Napoli Federico II Aldo Masullo che tratteggerà una sua visione filosofica della verità, a voler sottolineare che forse la verità non è un’opinione ma nemmeno una realtà ad una sola dimensione.

Google+
© Riproduzione Riservata