• Google+
  • Commenta
1 marzo 2012

Eugene Chadbourne in concerto a Catania

Sabato 3 marzo alla Sala Alan Lomax di Catania (via Fornai 44), un gustosissimo live con un grande artista: Eugene Chadbourne.

Improvvisatore, psichedelico e geniale interprete del folk & western più visionario. Erede di Frank  Zappa e del musichall politico dei Fugs ed esponente della “trash culture” di origine punk. Il suo linguaggio eretico, blasfemo e provocatorio lo pone tra gli artisti più originali del panorama musicale  e non solo.

Eugene ha iniziato al fianco di grandi artisti di nicchia del calibro di Camper Van Beethoven, Violent Femmes, Derek BaileyToshinori Kondo. In questa occasione si presenta in solo, come un demenziale e surreale Hendrix dei giorni nostri.

Difficile da imbrigliare e da confinare in etichette musicali specifiche, anche grazie alla padronanza di vari generi musicali, il repertorio di Eugene Chadbourne è costituito da cover di canzoni pop/rock degli anni Sessanta e Settanta, (vedi Beatles, Hank Williams, Frank Zappa; in un album con i Camper Van Beethoven include una serie di reinterpretazioni di Tim Buckley) che spesso vengono da lui torturate e trasformate in pezzi country western.

Oltre alla musica Chadbourne si è dedicato alla scrittura. Sono infatti tre i libri di matrice autobiografica dell’artista americano, nei quali tratta vari temi: dalla sua fuga in Canada ai tempi della guerra, all’esperienza diretta di musicista nei Paesi dell’est prima, durante e dopo la caduta del muro di Berlino. Il tutto raccontato con ironia, sarcasmo pungente e brillantezza, ma anche fortemente riflessivo.

Google+
© Riproduzione Riservata