• Google+
  • Commenta
29 marzo 2012

Ferrara: “Salone del Restauro” dal 28 al 31 marzo

Al Ferrara Fiere è allestita la XIX edizione del “Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali” dal 28 al 31 marzo. Il Salone mette al centro della nostra attenzione la vera risorsa del bel paese, ovvero il nostro patrimonio storico-artistico e ambientale, da cui occorre ripartire in questo momento di grave crisi economica, perché costituisce la vera, reale, ma soprattutto irriproducibile ricchezza. Una risorsa che deve trovare sedi appropriate, opportunità e professionalità che, sinergicamente, siano in grado di valorizzarli e trasformarli in un importante volano dell’economia nazionale.
Verrà presto inaugurato anche un nuovo sito internet, un vero portale dedicato al restauro che avrà il pregio di veicolare notizie dedicate a questo settore e alla conservazione dei beni culturali e ambientali e che si vorrebbe fruito come una piattaforma aperta di scambio di informazioni con i nuovi media, i siti e portali di architettura,  le istituzioni, gli Ordini, le CNA, e le associazioni di categoria.
Con una superficie di 16.000 mq, 295 espositori e in media 28.455 visitatori, si prevedono vari seminari e conferenze. A partire da questa edizione il Salone apre una sezione sulla green economy e l’eco-sostenibilità, perché restaurare significa anche e soprattutto migliorare le condizioni e le prospettive di qualità della vita. Il ministero dei Beni culturali, unica istituzione presente, nel proprio stand presenta gli interventi di conservazione e restauro eseguiti nel 2011 su tutto il territorio nazionale in occasione dei 150 anni dell’Unita’ d’Italia.
Una vasta area dello stand è dedicata alla valorizzazione del progetto “Luoghi della memoria”, che si fonda su una vasta azione di classificazione, restauro, narrazione e valorizzazione dei luoghi, dei personaggi e degli avvenimenti del risorgimento italiano. Il Museo Ermitage presenta invece le attivita’ svolte dai laboratori di restauro della pittura ad olio e quello della scultura e arti decorative in pietra dura; inoltre, per tutta la durata del Salone, è in programma un workshop speciale sulle tecniche di realizzazione del mosaico russo in malachite.
Ci sarà uno spazio dedicato alla mostra fotografica “Mestiere dell’archeologo”, che propone 40 immagini di Pierre Buch: l’esposizione racconta in cosa consiste oggi il mestiere dell’archeologo e si colloca tra le attività realizzate per un progetto europeo che vede coinvolte una dozzina di istituzioni provenienti dai Paesi partner.
Per ulteriori informazioni contattate il numero +39.051.6646832 o consultate il programma che troverete sul sito.
Google+
© Riproduzione Riservata