• Google+
  • Commenta
20 marzo 2012

Il libro “Teniamoci in contatto”, molto più di un libro

Ben Casnocha insieme a Reid Hoffman raccontano di LinkedIn, il più importante social network professionale, in un libro per Egea. Probabilmente molti in questo elaborato penserebbero di poter leggere la genesi, la storia di LinkedIn, di come Reid Hoffmanabbia realizzato la sua idea cosa ha dato origine al più importante, evoluto e utilizzato social network professionale. Sono molti i curiosi a riguardo.In realtà  questo libro è stato concepito come un dono. La volontà di offrire alla società degli strumenti per migliorare non solo la propria vita ma anche la nostra realtà. Il libro è Teniamoci in contatto. La vita come impresa. Relazioni e lavoro secondo il co-fondatore e presidente di LinkedIn. Il prezzo è di 19,90 euro.

Sono proprio gli autori del libro a sostenere quanto il libro possa essere prezioso. La loro scelta  di non raccontare la storia di LinkedIn nasce dalla volontà di voler ricambiare ciò che hanno ricevuto.

Scopo: un utile strumento per migliorarsi e migliore la società.

Qualsiasi individuo, sostengono gli autori, nasce imprenditore. Nel nostro dna è presente questa predisposizione naturale. Certo non è detto che debbano seguire questa strada e che debbano farlo per vivere ma è certa questa nostra volontà di voler creare sempre qualcosa di nuovo e di sorprendente. Nella società in cui viviamo nulla è certo o duratoro. Siamo costretti a muoverci a cambiare e ad evolcerci. Cambiamo per necessità, per non rimanere immobili perchè questo immobilismo potrebbe paralizzarci del tutto. Cambiare sembra quindi essere l’unica possibilità, l’unica alternativa. L’instabilità favorisce, o forse obbliga, ad abbandonare ciò che avevamo per intraprendere una strada non del tutto certa. Dove tutto ciò succede di più è ovviamente nel mondo del lavoro, dove anche le carriere più consolidate, sembrano oggi subire l’influsso di una realtà in cui la parola d’ ordine sembra essere competitività.

In questa realtà siamo noi i creatori delle nostre possibilità. Una verità che in fondo ha origini lontane. I latini sostenevano Faber est suae quisque fortunae , ognuno è artefice della propria sorte. Concetto straordinariamente applicabile in ogni età e sempre estremamente attuale. La verità è che l’uomo è imprenditore di se stesso.

Lo strumento che può utilizzare che può favorire lo scambio, un confronto che può proiettarti in nuovi contesti, a te ignoti, sono proprio i social network e in particolare LinkedIn. Stringere nuovi rapporti con la creazione di nuovi contatti,  favorire nuove prospettive e crescere ma anche far crescere.

Uno strumento con cui possiamo presentarci é LinkedIn, Facebook, Twitter. Uno strumento che non dobbiamo sottovalutare. Il libro quindi si presenta come un manuale pieno di regole capaci di adattarsi ad ogni singolo individuo. Le persone cambiano, si evolvono e tutto ciò è  inevitabile perchè è la vita stessa a cambiare.  In simili contesti un libro, o per meglio definirlo, un manuale può essere un valido punto di riferimento. Un’ancora di salvezza o almeno può costituire un primo passo verso una grande scelta.

Non si troveranno strategie per trovare un lavoro; non verranno date indicazioni su quale sia il formato da dare al proprio curriculum o sul come proporsi ad un colloquio di lavoro. Piuttosto si scopriranno gli atteggiamenti e le competenze che servono per adattarsi al futuro. Si apprenderanno una serie di strategie. Presenti all’interno di ciascun capitolo anche degli esercizi da svolgere per verificare lo stato d’apprendimento. Sarà utile per molteplici motivi: ampliare la portata della rete di relazioni di ciascuno, sviluppare un vantaggio competitivo e conseguire migliori opportunità di carriera.

Nel libro sono presenti anche molti esempi, squarci di vita per semplicare ciò che viene spiegato. Episodi personali tratti dalla vita degli autori che servono ad esemplificare i vari concetti e a concretizzare le teorie, e rappresentano degli esempi riusciti di un buon ed efficace utilizzo della rete di conoscenze.

Si parla di “pianificazione ABZ” cioè di pianificazione metodica e flessibile. La A rappresenta ciò che noi stiamo facendo in questo momento, la  B la svolta, quindi, il nostro obiettivo, la Z è la soluzione di riserva.

Bisogna prendere il controllo del proprio percorso professionale, ma si deve anche investire sulla carriera di altre persone del proprio network, perchè verranno si aiutate ma l’aiuto sarà reciproco. Aiutare per aiutarsi.

Appunto un aiuto, questo libro, che ci viene offerto direttamente da Reid Hoffman, imprenditore e investitore di fama mondiale, co-fondatore e presidente di LinkedIn, il network professionale più grande del mondo che vanta oltre 150 milioni di iscritti. I suoi esempi di vita possono essere stimolanti per il futuro di un giovane intraprendete. In tal senso è utile ricordare che  ha avuto il coraggio di investire nelle prime fasi di vita di oltre cento aziende tecnologiche, fra cui Facebook e Zynga.

Google+
© Riproduzione Riservata