• Google+
  • Commenta
22 marzo 2012

Pragmatica, laboratorio sull’autorialità dell’attore

Pragmatica Laboratorio sull’autorialità dell’attore condotto da Andrea de Magistris 3-4-5 aprile dalle ore 15:00 fino alle ore 20:00 .

Nel nostro lavoro è indispensabile che l’attore abbia una buona coscienza del proprio corpo. Per questo è fondamentale nella formazione un training che ci permetta di liberarci, prendendo consapevolezza del nostro corpo, delle sue possibilità. Dobbiamo conoscere il nostro strumento per farlo suonare. Fondante, nel percorso di studio, è la Biomeccanica Teatrale di Mejerchol’d.

Nella costruzione della grammatica scenica abbiamo bisogno di condividere un linguaggio, che ci permetta di lavorare in ascolto con gli altri e di costruire dinamiche corali.
Un attore o un coro che non ha udito non può muoversi in uno spazio scenico con consapevolezza. Imparare ad ascoltare gli altri, a ricevere e sfruttare gli stimoli che ci danno, ci rende meno interpreti e più sensibili alle atmosfere del momento. Tra I primi obiettivi nel lavoro c’è proprio lo sviluppo di un buon ascolto e di una sensibilità verso l’altro.

Nella ricerca del personaggio l’attore è svincolato da ogni drammaturgia e si affida ad una partitura ben definita, con delle regole ritmiche precise. La sfida per l’attore è rompere la griglia stabilita dalla struttura cercando, fuori dai confini e dalle regole date, la sorpresa, la storia da evocare. La ricerca nasce nel momento della provocazione, della rottura. Così l‘ Attore ha la possibilità di farsi Autore.

Informazioni Teatro Vascello 06 5881021 – 06 5898031- 3405319449 – fax 06 5816623 promozione@teatrovascello.it- www.teatrovascello.it

 

Google+
© Riproduzione Riservata