• Google+
  • Commenta
12 marzo 2012

Sassari: si infrange il sogno per Ingegneria dell’informazione

Il Comitato regionale di coordinamento, convocato presso l’ateneo di Cagliari lo scorso 8 marzo, ha espresso parere negativo sulla proposta di istituzione del nuovo corso di laurea in ingegneria dell’informazione.

La proposta, che aveva raccolto l’attenzione  e il favore delle parti sociali, degli operatori di  settore e degli ordini professionali, aveva precedentemente superato il vaglio del nucleo di valutazione e degli organi di governo  dell’ateneo, Senato Accademico e Consiglio di Amministrazione.

In molti settori dell’ateneo sassarese la nascita di un corso di laurea triennale in ingegneria dell’informazione era considerata il vero elemento di novità emerso in occasione della riorganizzazione dipartimentale imposta dalla Legge Gelmini. In sede di comitato regionale, ultimo passo istituzionale prima dell’inoltro al Ministero, si è registrata una profonda spaccatura nella votazione , con voto a favore  da parte del Rettore Attilio Mastino e dell’Assessore Regionale alla Pubblica Istruzione Sergio Milia e voto contrario da parte del Rettore di Cagliari che presiede l’organismo e del rappresentante degli studenti dell’Università di Cagliari.

Il Rettore Attilio Mastino nell’esprimere preoccupazione per la decisione paralizzante del Comitato, ha osservato che il corso di laurea triennale che si proponeva di attivare non esiste in Sardegna e che gli studenti del Nord dell’isola sono comunque obbligati a recarsi fuori sede per frequentare un corso di informatica, a meno di non rivolgersi a corsi on line di dubbia efficacia e ha rilevato che Confindustria, Camera di Commercio ma anche le organizzazioni sindacali avevano più volte sollecitato l’Ateneo a investire in tecnologia e in innovazione. Il Rettore ha confermato che la proposta sarà tempestivamente riformulata e riportata all’attenzione degli organi accademici nei prossimi mesi. Nel corso del mese di aprile l’ateneo promuoverà inoltre una giornata di studio a favore dell’iniziativa.

Google+
© Riproduzione Riservata