• Google+
  • Commenta
24 marzo 2012

Sbocciano i fiori a Scampia

Scampia è un luogo di passaggio. Puoi vedere centinaia di auto sfrecciare per le sue strade ogni giorno ma non ci si ferma mai nessuno, fatta eccezione per i residenti e per chi ha bisogno di comprare la droga. E’ difficile da ammettere per un napoletano,  ma è la verità. Ormai, anche grazie alla pubblicità negativa del film “Gomorra” , Scampia non  viene neanche più considerata un quartiere. Ricordata e conosciuta da tutti soltanto come una delle più grandi piazze di spaccio europee, chi ha la sfortuna di abitarvi viene considerato automaticamente “un poco di buono”, “un malavitoso”, anche se non ha mai fatto nulla d’illegale nella vita.

Ma citando una canzone di Fabrizio de Andrè“dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori” , e pare che di fiori Scampia ne abbia partorito un bel mazzolino.  Tre spot  contro l’uso di droghe e la contraffazione mandati in onda dal Tg3 Campania  e un invito al ministro dell’interno Anna Maria Cancellieri. Questo  è il mezzo trovato  da un gruppo di studenti dell’Istituto  tecnico Galileo Ferraris per poter dire “Basta” .

“A Scampia c’e’ voglia di cambiare  venga a conoscere l’altra faccia di un quartiere famoso solo per il degrado”. Sono state queste le parole  che hanno convinto il ministro a presenziare all’incontro, che si è svolto in Prefettura e alla quale hanno partecipato anche ; Angelo Pisani presidente dell’ VIII municipalità, il direttore scolastico regionale Diego Bouchè, il prefetto di Napoli Andrea De Martino e il preside dell’ITIS “ Galileo Ferraris” Vincenzo Ciotola.

Particolarmente colpita dalla voglia di riscatto di quei ragazzi e cosciente di quanto sia difficile la vita dei giovani in una realtà nazionale dominata da crisi economica, disoccupazione e chi più ne ha più ne metta, il Ministro ha poi  lanciato messaggi d’incoraggiamento e speranza :

“Prendete la vostra vita tra le mani e non lasciatevi rubare i vostri sogni. Non lasciatevi scoraggiare e combattete per la vostra vita. Abbiate fiducia in voi stessi, anche se ci saranno momenti difficili. Abbiate fiducia in voi stessi”

La Cancellieri ha poi terminato la sua visita annunciando :

“ Scampia è un quartiere difficile, ma con dei ragazzi così può farcela. Torneremo con qualche progetto particolare per questa scuola, che è un modello”.

In occasione della visita del ministro, sono stati poi presi in esame ulteriori progetti inerenti alla realizzazione di altri spot contro l’uso della droga. E’ con i piccoli gesti che si compiono i grandi passi verso gli obiettivi importanti. Scampia grazie ai suoi ragazzi e al loro Istituto che li ha sapientemente guidati, ne ha sicuramente compiuto uno.

In una città sommersa dalla spazzatura e dove da sempre domina “l’arte di sapersi arrangiare” qualcosa inizia a muoversi. Mafia e Napoli non sono sinonimi e i napoletani non sono necessariamente tutti dei delinquenti. La voglia di riscatto di questi ragazzi  ne è la prova.  In barba alle dicerie e ai luoghi comuni che vogliono i napoletani contenti della situazione della loro città, qualcuno sta cercando di concludere qualcosa di concreto. Li dove le autorità non sono mosse è il popolo a dimostrare la sua forza e il suo coraggio.

Bravi ragazzi. Napoli è orgogliosa di voi.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata