• Google+
  • Commenta
28 marzo 2012

”Segreti di mafia” il libro di Francesco Billeci

Il boss Pietro Vaccaro esce dal carcere e riprende in mano le redini del potere mafioso locale, turbando la tranquillità dei commercianti di Alamo che si vedono costretti a pagare il pizzo. Nel frattempo, un assassino spietato, autore di una spirale di morte, semina panico e mistero amputando alle sue vittime la mano destra e facendola sparire. Un nuovo, suggestivo caso mette alla prova il fiuto del commissario siciliano Dilluvio, che, con la collaborazione degli amici di sempre, riesce a stanare una truffa milionaria architettata e messa a punto dagli insospettabili del paese e ad abbattere un pericoloso muro d’omertà che proteggeva il racket delle estorsioni. Colpi di scena, suspense, un amore inaspettato e intenso, un segreto custodito da trentasette anni capace d’intrecciare le vite dei protagonisti, sono gli ingredienti di questo terzo capitolo della saga del commissario Federico Dilluvio, nato dalla penna e dalla fantasia dello scrittore Francesco Billeci.

Francesco Billeci nasce nel 1973 a Borgetto, paese della provincia di Palermo, dove tuttora vive e lavora come imprenditore. Da sempre appassionato di thriller e gialli, ha già pubblicato due romanzi: “Il passato non si dimentica” (2010) e “La biglia verde” (2011).

In libreria: Francesco Billeci, “Segreti di mafia”, Edizioni La Zisa, Prefazione di Rita Borsellino, Commento di Enrico Colajanni, Collana La linea gialla 2, Pagine 144, Euro € 12,00 (ISBN: 978-88-6684-009-1)

Google+
© Riproduzione Riservata