• Google+
  • Commenta
22 marzo 2012

Tonino Guerra: l’Italia ringrazia!

Tonino Guerra ci ha lasciato all’età di 92 anni appena compiuti.  Poeta, scrittore, sceneggiatore ha dato un notevole contributo alla cultura e al cinema del nostro Paese! Nato a Santarcangelo di Romagna il 16 marzo 1920, venne imprigionato in Germania in un campo di concentramento a Troisdorf nel 1943 all’epoca era un maestro elementare. Dopo la prigionia si laureò in pedagogia ad Urbino e iniziando poi a scrivere pubblicando la sua prima raccolta “I Scarabocc“. Diventò membro del circolo de ‘E circal dei giudeizi’ (Il circolo della saggezza). Poeta nel senso più completo del termine che è riuscito nella grande impresa di portare il dialetto della sua piccola cittadina Santarcangelo ad un lingua vera e propria, tradotta persino in cinese! Inoltre ha pubblicato anche romanzi come “La storia di Fortunato” (Einaudi).

Nella sua vita non è stato solo un grande poeta e scrittore ma anche un talentuoso sceneggiatore, attività che è iniziata nel 1953 a Roma.  Lunga la lista dei grandi maestri con i quali ha collaborato:  Michelangelo Antonioni, (firmando ‘L’Eclisse’, ‘l‘Avventura‘ e ‘Deserto Rosso’) i Fratelli Taviani, Federico Fellini  (firmando ‘Amarcord‘) Francesco Rosi, Marco Bellochio, Luchino Visconti, Vittorio De Sica, Mario Monicelli, Josè Maria Sanchez e Wim Wenders. Riceve inoltre una nomination all’Oscar nel 1967 per il film “Blow-Up“. Dalla fine degli anni ottanta si trasferisce a Pennabili, centro del Montefeltro, dove il poeta ha creato delle mostre permanenti intitolate ‘I luoghi dell’anima’, tra cui: L’Angelo coi baffi, Il Santuario dei Pensieri e Il Rifugio delle Madonne abbandonate.Tra le sue citazioni più famose, che forse anche i più piccoli ricordano è lo slogan “l’ Ottimismo è il profumo della vita” per la pubblicità Unieuro del 2001. Insignito nel 2010 dall’Università di Bologna del Sigillum Magnum. Sempre nel 2010 riceve in occasione dei suoi 90 anni il David Di Donatello alla Carriera.

Molti i personaggi politici e dello spettacolo che hanno espresso il proprio cordoglio e commozione, anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano come si legge  in un comunicato del Quirinale:
“Poeta, pittore, sceneggiatore cinematografico di straordinario talento, nel suo lungo e intenso percorso artistico, scandito da prestigiosi riconoscimenti, egli ha sempre mantenuto vivo il legame con la sua terra e rivolto uno sguardo attento al fututo fino all’ultimo. Mi unisco al generale rimpianto di quanti hanno avuto il privilegio di conoscerlo e di apprezzarne l’opera”.

Guerra lascia il figlio Andrea Guerra , compositore di musiche di film e la moglie Lora. I funerali si celebreranno sabato mattina nella sua Santarcangelo in Piazza Ganganelli. Il sindaco Mauro Morri, addolorato per la perdita del caro amico, oltre ad aver istituito lutto cittadino  ha dichiarato “Io oggi ti penso a casa tua a far due chiacchere su Santarcangelo, sulla bellezza, sui nostri progetti sospesi”. Personalità visionaria, versatile e pura, con uno dei suoi versi lasciamo Tonino riposare in pace.
“La luna è l’unico astro che nasce dietro le montagne e tramonta dentro di noi”. Grazie Tonino!

 

Google+
© Riproduzione Riservata