• Google+
  • Commenta
29 marzo 2012

Uni Catania, primo “Meeting of Researchers and Entrepreneurs”

Informatica, ingegneria meccanica ed elettronica e industria agrumaria. E ancora, scienze biologiche, scienze agrarie e medicina. Sono solo alcune delle discipline a cui fanno riferimento i progetti con i quali i ricercatori dell’Università di Catania hanno partecipato all’edizione 2011 del premio “The Best Researcher Award”, promosso dal Centro per l’aggiornamento delle professioni e per l’innovazione e il trasferimento tecnologico (Capitt) dell’Ateneo catanese.

Il premio assegna al gruppo di ricerca valutato più meritevole un riconoscimento in denaro di 5.500 euro al fine di stimolare la ricerca, rendendola competitiva, dandole visibilità e valorizzando così il prezioso patrimonio intellettuale dell’ateneo, anche in termini di valorizzazione economica derivante dall’applicazione industriale della ricerca. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “R&D Industry: University Support for Research and Development in Industry”, che coinvolge, oltre all’ateneo di Catania altri quattro partner: l’Università di Maribor (Slovenia), l’Istituto per le piccole e medie imprese di Valencia (Spagna), l’Istituto agrario del Mediterraneo (Grecia), l’Università di Avignon e Vaucluse (Francia).

La presentazione delle 11 domande che hanno partecipato al “The Best Researcher Award” e la proclamazione del progetto vincitore, scelto tra i tre gruppi di ricerca finalisti, avverrà a conclusione del primo “Meeting of Researchers and Entrepreneurs”, momento di incontro fra imprese e mondo della ricerca universitaria promosso dal Capitt, che si svolgerà venerdì 30 marzo, alle 9, nell’aula magna del Palazzo centrale.

Sono rimasti in gara i progetti di Alfio Lombardo, Carla Panarello, Diego Reforgiato e Giovanni Schembra, dal titolo “Progettazione e sviluppo in un Open Green Router”; di Giovanni Muscato e Luciano Cantelli (“Sistema per il controllo automatico di un dispositivo per la fabbricazione di componenti meccanici a mezzo di apporto di materiale”) e di Giovanni Spagna e Aldo Todaro (“Valorizzazione di composti bioattivi isolati da scarti dell’industria agrumaria”).

Il meeting si aprirà, alla presenza dei rappresentanti dei partner internazionali, con gli indirizzi di saluto del rettore dell’Università di Catania Antonino Recca, seguirà una relazione del presidente del Capitt Giuseppe Speciale sullo stato di avanzamento del progetto “R&D Industry”. Dopo la presentazione dei progetti concorrenti e la proclamazione del vincitore, la giornata si concluderà con il quarto “Research Breakfast”.

Google+
© Riproduzione Riservata