• Google+
  • Commenta
17 marzo 2012

Polo Jean Monnet dell’Ateneo di Genova verso l’integrazione europea

Polo Jean Monnet dell'Ateneo di Genova
Polo Jean Monnet dell'Ateneo di Genova

Polo Jean Monnet dell’Ateneo di Genova

Aumenta l’apertura degli Atenei italiani verso l’Europa. Un esempio è quello del Polo Jean Monnet dell’Ateneo Genovese. Nel corso degli ultimi tre anni di attività il Centro di Eccellenza Jean Monnet di Genova, intitolato ad Altiero Spinelli, si è posto l’obiettivo di diffondere le conoscenze in materia di integrazione europea.

Lo scopo è quello di aumentare la visibilità delle risorse scientifiche e fisiche relative all’integrazione europea che sono disponibili a Genova e sul territorio ligure, anche attraverso eventi al livello locale e regionale. Sono stati organizzati più di settanta workshops, seminari e conferenze sul tema.

Inaugurato nel 1995, il Polo Jean Monnet dell’Ateneo Genovese ha cominciato le sue attività grazie all’istituzione delle Cattedre di “Economia dell’Integrazione Europea” e di “Storia dell’Integrazione Europea” presso la Facoltà di Scienze Politiche.

In seguito anche in altre Facoltà sono stati introdotti moduli attinenti all’integrazione europea, come nella Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, presso il Polo Universitario di Savona e nella Facoltà di Scienze della Formazione.

Il Polo Jean Monnet è un importate progetto che ha permesso di stringere rapporti tra le università di Genova e alcuni atenei della Grecia, Cipro, Tunisia, Marocco, Egitto e Turchia. L’iniziativa ha portato ad esiti importanti tra i quali la creazione di  un osservatorio permanente sulle questioni Euro-Mediterranee o la pubblicazione del testo in lingua inglese “Sustainable Development and Adjustment in the Meda Countries Following the EU Enlargement”.

Iniziativa estremamente interessante è stata la Summer School 2007 svoltasi dal 29 maggio al 3 giugno 2007 presso il comune di Rapallo sul tema “Migration Flows, Sustainable Development and Neighbourhood Policy in the New EU Countries”. L’obiettivo era quello di creare una rete internazionale di ricerca su tematiche sociali ed economiche legate all’ambito dell’integrazione europea. Attualmente sono in corso altre attività e progetti, come il corso di “Health integration in the European Union – Economia Pubblica” della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere.

Google+
© Riproduzione Riservata