• Google+
  • Commenta
15 aprile 2012

17 Aprile: Roger Corman alla Cineteca di Bologna

La leggenda vivente Roger Corman sarà al Cinema Lumière di Bologna martedì 17 aprile, essendo protagonista di un progetto in Italia promosso dal Museo Nazionale del Cinema di Torino, dalla stessa Cineteca di Bologna e dal Palazzo delle Esposizioni di Roma.

Produttore della American International Pictures (AIP), l’ormai ottantaseienne nel corso della sua vita ha lanciato autori dello spessore di James Cameron, Francis Ford Coppola, Jonathan Demme, Jack Nicholson e Robert De Niro, e in veste di regista, dopo la crisi del cinemadegli anni ’50,  ha regalato intramontabili interpretazioni dei classici della letteratura fantastica mondiale.

Celeberrimo resta ancor oggi il ciclo di Edgar Allan Poe con Vincent Price del 60-64. Corman, intraprendente e business man, ha ridefinito i canoni del B movie, sopperendo alla povertà di mezzi economici con una grande capacità creativa e il talento di una messa in scena sempre originale.

Anche se l’ultima regia risale al 1990, Frankenstein oltre le frontiere del tempo, girato sulle colline di Bergamo, il mito è intoccabile tanto da aver meritato l’Oscar alla carriera nel 2010. Uomo di cinema fin da ragazzo, Corman ha saputo segnare 40 anni di immaginario fantastico con la sua personalissima prospettiva con più di 250 film sul suo curriculum. Nel suo volume autocelebrativo Come ho fatto cento film dichiara: “La mia carriera rappresenta un’anomalia per Hollywood. Mi hanno chiamato in tutti i modi, da re del film di serie B a papa del cinema pop“.

La retrospettiva della Cineteca al Lumière, intitolata «Un fuorilegge a Hollywood. Il mondo di Roger Corman» terminerà il 20 aprile.  Saranno proiettati undici titoli che hanno segnato la carriera del regista e ai quali si aggiungerà il documentario Corman’s World: Exploits of a Hollywood Rebel di Alex Stapleton. Martedì 17 aprile sarà proprio  Roger Corman in persona a incontrare il pubblico del Lumière al termine della proiezione delle 20 del documentario di Stapleton, in seguito alle 22.45 introdurrà L’odio esplode a Dallas, film del ‘62 che vede l’autore per la prima volta alle prese con il tema dei diritti civili.

Tra i film proposti nella retrospettiva spiccano I vivi e i morti, La maschera della morte rossa e Il Pozzo e il pendolo tratti dal ciclo di Poe. Inoltre i cult La piccola bottega degli orrori, I maghi del terrore e Il clan dei Barker.

Da leggere con attenzione le date delle proiezioni in programma! Buona visione!

Google+
© Riproduzione Riservata