• Google+
  • Commenta
16 aprile 2012

Agricoltura e Paesaggio storico

Agricoltura e Paesaggio storico: ovvero sviluppo e tutela. Condizioni di equilibrio spesso difficili, ma possibili. La Puglia ha ereditato un’enorme patrimonio paesaggistico storico. Patrimonio che rappresenta anche la sua memoria. Il più importante e senz’altro quello agrario degli ulivi secolari, oggi tutelato da un’apposita legge regionale n.14, del 4 giugno 2007, prima in Europa.

E possibile dunque, attuare una convivenza tra tutela di questo paesaggio storico produttivo e quello dello sviluppo di nuove forme agricole all’interno di questo contesto?

A questa domanda cercheranno di rispondere esperti e rappresentanti di pubbliche amministrazioni, mercoledì, 18 aprile, in occasione del XIV Settimana della Cultura nel suggestivo contesto di Castel del Monte – Andria.

Tre i temi che saranno posti all’attenzione dei partecipanti :

‘Il paesaggio come bene comune. Riconoscere e trasmettere: perché? come? per chi?’ Relatore: Pierre Donadieu Agronome et geografhe, Professeur emerite de Sciences des paysages _ ENSP de Versailles-Marseille.

‘Il paesaggio agrario pugliese tra natura e storia’. Relatore: Saverio Russo, Università di Foggia.

‘Strategie paesaggistiche nelle politiche agricole’. Mariavaleria Mininni, Università della Basilicata.

 

Google+
© Riproduzione Riservata