• Google+
  • Commenta
12 aprile 2012

“Carovana” cafoscarina esplora il Marocco

VENEZIA –  Sono sei gli studenti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia (tre studenti di arabo e tre studenti del Master MIM in Mediazione intermediterranea) che sabato 14 aprile partiranno alla scoperta del Marocco in un viaggio-reportage organizzato dal primo Festival Italo-Marocchino promosso dall’associazione che riunisce le comunità marocchine in Italia.

I sei studenti dell’ateneo veneziano risaliranno dunque il Marocco in lungo e in largo per scoprirne e studiarne la complessità e le articolazioni politiche, sociali, culturali e religiose. Con loro una troupe Rai che documenterà il viaggio-reportage. Ad accompagnarli su e giù per lo stato sei studenti marocchini.

L’iniziativa dà il via alla prima edizione del Festival  Italo-Marocchino (www.festivalitalomarocchino.it) nato per promuovere l’integrazione tra le due culture.

La carovana andrà a toccare le località di Guelmine, Agadir, Essaouira, Marrakech, Safi, Youssoufia, El-Jadida, Casablanca, Rabat.

 La carovana proseguirà poi in Italia, da sud a nord, toccando le piazze più importanti delle maggiori città del Bel Paese: Palermo, Napoli, Roma, Firenze, Genova, Torino, Milano, Bologna, per tornare nel mese di giugno a Venezia dove si inaugurerà il Festival.

Le immagini più belle dell’esperienza studentesca in Marocco verranno infatti proiettate in Piazza San Marco, a Venezia, nel corso di un evento pubblico che si terrà il 13 giugno.

I sei studenti cafoscarini in partenza:

Omar Bonetti
Giacomo Longhi
Giulia Zoffoli
Cristina Gulfi
Angela Ilaria Antoniell
Viviana Schiavo

L’Università Ca’ Foscari di Venezia ha una lunga e consolidata tradizione nello studio delle lingue straniere, soprattutto di area orientale.

Nel 2011 sono stati circa 3mila gli studenti che hanno scelto di indirizzare i propri studi in questo specifico ambito: 2.253 lingua cinese, 1.871 lingua giapponese, 561 coreano, 124 hindi, 43 mancese, 434 arabo, 73 turco, 7 armeno, 43 persiano, 12 tibetano.

L’ateneo ha inoltre siglato oltre un centinaio di accordi con università, aziende, enti e istituzioni internazionali e nel corso del 2011 ha attivato 361 stage all’estero.

Tiziana Lippiello, sinologa e direttore del Dipartimento di studi sull’Asia e l’Africa Mediterranea di Ca’ Foscari: «L’iniziativa cui prenderanno parte sei nostri studenti non solo risponde allo spirito di integrazione e collaborazione interculturale che è proprio del nostro ateneo ma, nello specifico, riguarda un ambito di studio, quello delle lingue orientali,  nel quale Ca’ Foscari è impegnata da anni con ottimi risultati. Non ci rivolgiamo infatti soltanto a paesi come Cina e Giappone, ma allarghiamo le prospettive anche a paesi come India, Paesi Arabi, Turchia e Iran per cercare di accompagnare i nostri studenti nella ricerca di una prospettiva di lavoro soddisfacente».

 



Google+
© Riproduzione Riservata