• Google+
  • Commenta
5 aprile 2012

“Good As You”: Tra Risate e Minacce!

Presentato alla Casa del Cinema ieri il film di Mariano Lamberti Good As You” del quale vi avevamo già accennato tempo fa. Il film  prodotto da Master Five Cinematografica uscirà il 6 aprile  composto da un cast ricco da Enrico Silvestrin, Elisa Di Eusanio, Daniela Virgilio, Diego Longobardi, Luca Dorigo, Lucia Mascino, Micol Azzurro e Lorenzo Balducci. “L’incontro con Mariano è stato fortunato in quanto ha reso possibile la trasposizione cinematografica pièce teatrale scritta da Roberto Biondi. Non è stato facile trovare i soldi e trovare il cast giusto. Amo il mio personaggioMarco, chiassoso, fragile e sentimentale. Ringrazio tutti gli attori del cast!” ha esordito in conferenza Diego Longobardi attore e produttore del film.

La gestazione della commedia, infatti, non è stata facile come ha spiegato il regista:” Il film è stato realizzato senza un euro di finanziamenti pubblici ma grazie alla caparbietà di Diego Longobardi e Davide Tovi (produttore del film) che hanno trovato poi finanziamenti privati. Volevamo entrare “dentro” il mondo gay non avendo paura, fare una commedia pur trattando un tema importante.” Una commedia dolce amara sullo sfondo delle notti romane al Mucca Assassina, un pò “Tutti Pazzi per Amore“, un pò “Friends” che racconta  l’intrecciarsi delle storie di otto personaggi,  tutti gay toccando temi importanti come le problematiche affettive, chat, inseminazione artificiale. Tra risate,  un Gay Pride, un ballo, la chicca “The Lady in Trutti Frutti Hat” di Carmen Miranda cantata dalle Gemelle Kessler dolori e delusioni si arriva ad un finale provocatorio (per alcuni) e alla conclusione che l’amore che sia etero o gay rappresenta la croce e delizia di tutti!
Un cast giusto che si è dimostrato all’altezza come Elisa Di Eusanio che interpreta la romanaccia Mara, che ha rivelato: “Mara è una butch , la lesbica mascolina per eccellenza, io sono innamorata del mio personaggio, mi sono divertita e ho attinto dalla realtà dai locali gay di Roma. Ho lavorato sulla sua rabbia,  lei crede fortemente nell’amore forse l’unica del gruppo insieme a Marina ( Mascina) alla ricerca della donna della sua vita. Io ho incontrato Mariano tempo fa e mi sono innamorata del progetto, l’alchimia che si è creata tra noi attori ha aiutato a creare questo risultato!”
Anche Silvestrin nei panni di Claudio ha detto la sua:” Ringrazio chi ha rifiutato la parte per bigottismo e perbenismo e l’ha lasciata a me! Io invece ho letto la sceneggiatura e il mio personaggio  mi è sembrato bello, un omosessuale complesso con un ambivalenza micidiale che rappresenta molte persone. Non capisco chi mi chiede com’è  stato baciare un uomo, forse c’è ancora troppo pregiudizio”
A rovinare l’entusiasmo  la sconcertante notizia dell’ultima ora della diffida ai gestori dei cinema di non proiettare il film da parte del movimento cattolico Militia Christi! Il movimento attacca il film di Lamberti defiindendolo:” Una commedia ideologica realizzata allo scopo do sdoganare  del tutto lo stile di vita gay e legittima comportamenti immorali , innaturali e devianti per la società!”. Il regista si è detto esterefatto da tali accuse rispondendo: ” Un gruppo che si autoproclama milizia di Cristo forse dovrebbe riflettere sul perchè nel Vangelo, Cristo pur scagliandosi contro una moltitudine di persone non abbia mai proferito parola sull’indegna e “mostruosa” omosessualità!”
Che dire? Non ci sono parole..

Google+
© Riproduzione Riservata