• Google+
  • Commenta
27 aprile 2012

Innovazione nei servizi sociali

Creato nel 2011 dal prof. Walter Lorenz, il Centro di Competenza Innovazione sociale e Promozione delle Qualità nelle Professioni sociali si è attivato per osservare l’attuale situazione delle professioni sociali. “Pensiamo che la nostra ricerca possa offrire un contributo non solo in ambito locale, ma anche nel contesto di arene internazionali”, spiega la prof. Silvia Fargion, che con il prof. Lorenz ha recentemente incontrato dirigenti e professionisti dell’Azienda Servizi Sociali di Bolzano (ASSB).

Obbiettivo del recente incontro era esplorare il complesso tema della qualità nelle professioni sociali. L’ASSB è uno dei partner nel progetto di ricerca sulla qualità nelle professioni sociali che il Centro di Competenza Innovazione sociale e Promozione della Qualità nelle Professioni sociali ha avviato in questi mesi e che prossimamente vedrà coinvolti altri servizi pubblici e privati.

Del Centro di Competenza fanno parte docenti e ricercatori di sociologia, antropologia, servizio sociale, diritto ed economia: diverse professionalità con l’obiettivo comune di produrre ricerca scientifica per sostenere e preparare i servizi sociali del territorio a fronteggiare le sfide del futuro. “Abbiamo scelto di partire dalla valorizzazione dei saperi maturati dai principali soggetti coinvolti attraverso l’esperienza diretta”, spiega la prof. Fargion. “Affrontiamo i temi della qualità del lavoro sociale, della diversità e dell’innovazione da diverse angolature, dando spazio a visioni ed aspettative degli utenti e dei dirigenti dei servizi sociali, dei professionisti del lavoro sociale e di chi ne ha la responsabilità politica”.

 

Una ricerca scientifica, dunque, fortemente radicata nei servizi del territorio, che tuttavia ha le sue ricadute anche sulla formazione: “Gli esiti della ricerca ci aiutano a organizzare meglio la formazione di base e a produrre offerte di formazione permanente più mirate”, spiega ancora Silvia Fargion, che è anche direttrice del corso di laurea magistrale IRIS (Innovazione e Ricerca per gli Interventi socio-assistenziali-educativi). Agli studenti di IRIS viene infatti offerta l’opportunità di partecipare alle attività del Centro e di sviluppare propri progetti sperimentali e di ricerca.

 

Google+
© Riproduzione Riservata