• Google+
  • Commenta
21 aprile 2012

Live Arts Week 2012: dal 24 al 29 aprile

Si volgerà dal 24 al 29 aprile Live Arts Week, una nuova iniziativa che nasce dalla fusione tra le esperienze di Netmage (International Live Media Festival) e F.I.S.Co. (Festival Internazionale sullo Spettacolo Contemporaneo) realizzati dal 2000 al 2011. La scelta di far coprire al nuovo evento la durata di un’intera settimana intende rompere con la concezione di un festival visto come punta consumistica della vita culturale di una città.

L’iniziativa è promossa da Xing, mettendo in compartecipazione artisti e pubblico da tutte le parti del mondo nel campo dell’arte. E’ realizzata con il sostegno del Ministero per i Beni e le AttivitàCulturali, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna, dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, dell’Institut Français, del Goethe Institut Mailand, della Fondazione Nuovi Mecenati e, infine della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna.

Xing è un network che progetta e oranizza eventi, produzioni e pubblicazioni in nome dell’interdisciplinarità intorno ai temi della cultura contemporanea, dalle sue tendenze generazionali ai nuovi linguaggi. Come si può leggere nel sito “le sue attività si concretizzano nell’ideazione e realizzazione di iniziative pubbliche (festival, happening, rassegne, progetti speciali, residenze) in cui condividere diverse modalità espressive tra operatori, artisti e pubblico”. “Xing è un’istituzione indipendente no profit, che si muove in un campo di competenze vasto e multidisciplinare: dalla produzione di immagini alla cultura visiva, dalle arti performative alle nuove forme della comunicazione e dei dispositivi linguistici, sociali, economici”.

Dal 2000 ad oggi Xing ha collaborato con un centinaio di partners nei più vari contesti, con formati anomali e piattaforme esecutive spesso inedite connesse alle time based arts, con l’intenzione di mostrare azioni messe in atto nell’opera. Per il Live Arts Week, Xing ha proposto un programma internazionale che riflette una concezione dell’arte come esperienza, costituita da temporalità e immagini, impostando il tutto sulle live arts intorno alla percezione, specie le esperienze sonore e visive.

Trenta artisti nel complesso: Marino Formenti (I/A), Luca Trevisani (I), Giovanni Anceschi (I), Canedicoda/Mirko Rizzi (I), Silvia Costa (I),Xavier Le Roy (F/D), Luís Miguel Félix (PT), Krõõt Juurak (Est), Jan Ritsema (NL), Saša Asentić (Srb), Anne Juren (F/A), Christine De Smedt (B), Salka Ardal Rosengren (Sw), Floris Vanhoof (B), Hartmut Geerken (D),Ottaven (I), Cristina Rizzo/Lucia Amara (I), Robert Steijn (NL/A), Blues Control/Laraaji (USA), Ben Rivers (GB),Hieroglyphic Being (USA), Mattin (Basque Country), Claudia Castellucci (I), Yves-Noël Genod (F), Antonia Baehr(D), Dennis Tyfus/Vom Grill (B) e Orphan Fairytale (B)Yannick Val Gesto/Roman Hiele (B)The Claw (USA).

L’evento si svilupperà in sei diversi luoghi del centro storico, con un programma che permette di prendere visione di vari mondi creati da personalità uniche. Il costo e i luoghi di interesse sarà: Spazio Carbonesi (10 euro), Teatro Duse (10 euro), Hotel Palace (10 euro con prenotazione obbligatoria), Palazzo Re Enzo – salone (10 euro), Palazzo Re Enzo – ambienti ( ingresso libero), Palazzo Re Enzo sabato 28 (15 euro), Nowhere (ingresso libero) e, infine, Palazzo Pepoli (ingresso libero). I biglietti giornalieri saranno, invece, di 10 euro martedì 24, 15 euro mercoledì 25, accesso libero a tutte le sedi giovedì 26, 20 euro venerdì 27, 20 euro sabato 28 e accesso libero a tutte le sedi anche domenica 29.

Per info e prenotazioni:  tel +39.051.331099 o consultate il sito http://www.liveartsweek.it/
La biglietteria è situata presso Palazzo Re Enzo (Piazza Nettuno) ed è aperta dalle 18,00 alle 22,oo.

Segui l’evento anche su Twitter!

 

Google+
© Riproduzione Riservata