• Google+
  • Commenta
18 aprile 2012

Musica preferita e sport: per l’atleta un binomio vincente

Musica preferita e sport: per l'atleta un binomio vincente

Secondo uno studio inglese, l'ascolto del proprio genere musicale preferito migliora la resa nello sport.

Ascoltare il proprio genere musicale preferito aiuta ad affrontare una competizione sportiva e migliora le performances. Questo è quanto afferma un gruppo di scienziati della Keele University.

Il genere pare che non abbia alcuna importanza, che si tratti di musica sinfonica, rock o ska, l’importante è che sia di vostro gradimento.  Lo studio, che a breve verrà presentato alla conferenza annuale della British Psychological Society a Londra, è stato portato avanti dalla dottoressa Alexandra Lamont e dal suo team presso la Keele University.

Un paio di cuffie alle orecchie danno vigore e fanno sopportare molto di più la fatica, in aggiunta a tutta una serie di effetti benefici che si riscontrano in particolar modo durante gli allenamenti. Questo è quanto è emerso dopo aver monitorato 64 sportivi professionisti, impegnati in tre diverse discipline – corsa, calcio e netball – con sottofondo musicale e senza.

E così, se per esempio sei un fan di Rihanna, potresti incrementare le tue prestazioni e ridurre lo sforzo percepito semplicemente ascoltando il suo ultimo album“, afferma Lamont.

Certo non è una novità, in fondo sono tutti studi che si ricollegano al famoso “Effetto Mozart“.  Si sa che in generale la musica motivazionale migliora la concentrazione e aumenta la qualità delle prestazioni, ma nessuno degli studi fatti finora si era mai soffermato sugli effetti della musica preferita durante le prestazioni degli sportivi.

Google+
© Riproduzione Riservata