• Google+
  • Commenta
6 aprile 2012

Nell’Ateneo di Bologna si studia il packaging eco-sostenibile

Il Dipartimento di Ingegneria Chimica, Mineraria e delle Tecnologie Ambientali dell’Università di Bologna si lancia nel nuovo programma europeo Network NEWGENPAK. L’iniziativa, finanziata dall’Unione europea con 3,19 milioni di euro, prevede lo sviluppo della ricerca nel campo del packaging eco-sostenibile e coinvolge nel suo progetto ben otto università, tre centri di ricerca e sei imprese.

In un momento in cui è essenziale per le società adottare comportamenti ecologici che rispettino e salvaguardino l’ambiente, si rivela importante investire sulla ricerca di materiali meno inquinanti e più sostenibili anche per ciò che riguarda i materiali di imballaggio e confezionamento a livello industriale. Per costruire soluzioni innovative e all’avanguardia nel campo del packaging è stata creata una rete di collaborazione tra le università coinvolte nel progetto, in modo da favorire la mobilità e lo scambio dei giovani ricercatori che vi lavoreranno.

Il finanziamento europeo coprirà interamente gli stipendi dei giovani ricercatori selezionati, oltre a prevedere un contributo a sostegno della loro mobilità e un budget per ricerca e formazione. Un occhio di riguardo sarà riservato per la formazione interdisciplinare dei ricercatori dell’Ateneo di Bologna, il quale avrà il compito di coordinare le attività di formazione dell’intero network.

Il programma Network NEWGENPAK si inserisce nell’ambito di progetti ITN-People, i quali si rivolgono ai ricercatori nei primi cinque anni della loro carriera, e mirano a formare una generazione di ricercatori in un contesto europeo. Il fine primario è quelli di migliorarne le prospettive di carriera e coinvolgerli nelle attività delle università all’estero.

Gli obbiettivi della ricerca sono quelli di mettere a punto soluzioni innovative per imballaggi di cellulosa a base di legno sostenibili, integrandoli con gli aspetti ambientali, economici e sociali che interessano la produzione. Il coordinatore scientifico per l’Ateneo bolognese è Marco Giacinti Baschetti, professore di Ingegneria chimica dell’Università, affiancato da 13 giovani che ricopriranno le posizioni che il Network mette a disposizione presso le sedi dei partner che compongono il consorzio.

Ai giovani ricercatori selezionati sarà affidato il compito di contribuire all’avanzamento dello stato dell’arte sul packaging sostenibile, con l’utilizzo di materiali innovativi eco-friendly, come ad esempio la cellulosa modificata o i polidrossi alcanoati (PHA). Nell’ambito della ricerca saranno inoltre sperimentati materiali di ultima generazione e l’applicazione di nuove tecnologie, come i nanocompositi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy