• Google+
  • Commenta
23 aprile 2012

Università spagnole: rischio di aumento tasse

Gli studenti spagnoli rischiano di dover pagare tasse sensibilmente più elevate per poter continuare i propri studi universitari.

Si parla spesso delle tasse troppo elevate delle Università italiane. Ma il problema, purtroppo, interessa anche altre Nazioni.

Oggi, a fare parlare di sé sono le tasse delle Università spagnole. È risaputo che anche il Paese più esteso della penisola iberica non sta attraversando un felice periodo economico.

La crisi ha colpito anche la Spagna e, per risanare il deficit, i governi regionali spagnoli suggeriscono di aumentare le tasse universitarie. Così sarà compito anche degli studenti tentare di risollevare l’economia spagnola.

Questo eventuale tentativo si rende necessario a seguito di un drastico taglio effettuato ai danni del settore dell’Istruzione e della Sanità: a questi settori sono stati infatti sottratti dieci miliardi di euro, per la precisione tre al settore dell’Istruzione e ben sette a quello della Sanità pubblica.

Questa drastica decisione è stata presa recentemente durante un acceso consiglio dei ministri presieduto dal primo ministro Mariano Rajoy.

L’attuale situazione amministrativa in spagna è la seguente: alle 17 regioni, autonome, spetta la gestione del 50% circa della spesa pubblica, ivi compresi il settore dell’Istruzione e della Sanità.

In seguito al taglio di dieci miliardi di euro che i governi regionali sono intenzionati e, soprattutto costretti, ad effettuare, di necessità, un aumento delle spese universitarie a carico dei singoli studenti.

Attualmente ad essi spetta il 15 % del costo dei loro studi, mentre il restante 85% è affidato alla regione. In seguito a questa eventuale riforma, gli studenti si ritroveranno, invece, a sostenere ben il 25% del costo dei loro studi. Questo è quanto dichiara Montserrat Gomendio, segretaria per l’Educazione.

La voce riguardo la possibilità di un aumento delle tasse gira ormai da tempo tra gli studenti che si sono immediatamente mobilitati, rendendosi protagonisti di numerose manifestazioni, non esenti da episodi di violenza.

Ovviamente la mobilitazione si inserisce in una più ampia protesta che interessa tutta la popolazione spagnola, dal momento che il rischio dell’aumento delle tasse si estende a numerosi settori.

Google+
© Riproduzione Riservata