• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2012

Almalaurea si mette a disposizione delle imprese

 Un modo per combattere la forte crisi lavorativa tra i giovani, ha condizionato Almalaurea, la grande banca dati che raccoglie curricula tra studenti universitari e “passarli” poi alle aziende, a voler mettere a completa disposizione l’intera banca dati, contenenti circa un milione e 800 mila curricula di giovani neo laureati.
Un provvedimento preso dal consorzio già da qualche mese e che sta dando i primi risultati incoraggianti: c’è un “incoraggiante” aumento di numero di neolaureati che subito dopo aver conseguito il titolo riesce a trovare occupazione.


Un modo che sta cercando di “ledere” in qualche modo le conseguenze che la grave crisi economica sta portando tra i giovani laureati.
Un vantaggio che oltre ad essere per i giovani in cerca di occupazione, lo è anche per le aziende che cercano personale, le quali possono accedere all’imponente banca dati del consorzio Almalaurea, in modalità gratuita e senza alcuna spesa.


Alla grande banca dati, si contano ben 64 università italiane aderenti che “formano” tutti quelli che saranno neolaureati e laureati con esperienza, prima quantificati.
“Mettere un laureato formato ed esperto, all’interno della propria azienda è un modo per sfidare lo sviluppo del Paese. Per noi un contributo importante da dare per la ripresa: i giovani sono il futuro su quale si deve investire.” – – Ha detto Andrea Cammelli, presidente di Almalaurea, quando è stata presa la decisione.
Un vantaggio che oltretutto permette direttamente alle aziende in cerca di neo laureati, di inserire nella stessa banca dati le loro offerte di lavoro, accedibili per i giovani laureati.

 

Google+
© Riproduzione Riservata