• Google+
  • Commenta
27 Maggio 2012

Compra acqua da un distributore a scuola: studente intossicato

Un ragazzo di 16 anni dopo aver acquistato una bottiglia d’acqua dal distributore automatico della scuola ha subito avvertito un malore. Accortosi immediatamente dello strano odore di candeggina all’interno della bottiglietta è stato trasportato all’ospedale Villa Scassi Sampierdarena di Genova senza gravi conseguenze per la sua salute. I medici lo dimetteranno al più presto in quanto non ha subìto complicazioni durante l’ingerimento proprio perché ha leggermente sorseggiato e non bevuto la sostanza tutto d’un colpo.

L’episodio di intossicazione è avvenuto all’interno della scuola Sestri Ponente che ha in dotazione dei distributori di bevande e di merendine. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine che hanno posto sotto sequestro tutte le bottiglie, le quali vengono vagliate una ad una. Resta da capire se la bottiglia era stata manomessa prima della sua collocazione nel distributore o dopo.

La bottiglia acquistata dal ragazzo presentava un piccolo foro (probabilmente l’ammoniaca era stata introdotta attraverso una siringa) e si continua a far luce sull’accaduto. Intanto il pm Biagio Mazzeo ha aperto un fascicolo di reato per avvelenamento di acque e sostanze alimentari e per lesioni personali e ha provveduto a far analizzare l’acqua delle bottiglie dall’Asl di Genova.

Già in passato, si sono alternati episodi dello stesso genere proprio da bottigliette d’acqua acquistate in distributori automatici. Lo scorso dicembre proprio a Genova si verificò un avvenimento simile, ma la procura decise di archiviare il caso in quanto la dose di ammoniaca era finita “accidentalmente” nella bottiglia.

Google+
© Riproduzione Riservata