• Google+
  • Commenta
16 Maggio 2012

Danza: Leone d’oro per Sylvie

 

Merce Cunningham, Carolyn Carlson, Pina Baush, Jiri Kyliàn e William Forsythe sono i grandi nomi della storia della danza in passato insigniti del Leone d’oro alla Biennale di Venezia. Per l’ottava edizione del Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale (che si terrà dall’8 al 24 giugno) il Consiglio di Amministrazione, presieduto da Paolo Baratta, su proposta del direttore artistico del settore Danza Ismael Ivo, ha deciso che sarà una delle danzatrici più amate (per non dire “la più amata”) del mondo a riceverlo, come premio per la sua brillante carriera: Sylvie Guillem.

Sono davvero tantissimi i coreografi che l’hanno scelta per le loro composizioni assai diverse per tecnica e stile, e vastissimo il repertorio che ha l’ha vista protagonista sulle scene di tutto il mondo: da Il lago dei cigni (balletto che la lanciò e che la fece notare a Rudolf Nureyev) a Don Chisciotte, a Raymonda, alla Bayadère (e molti, moltissimi altri, naturalmente) per il repertorio classico e coreografie di William Forsythe, che l’ha scelta per Firstext e In the Middle, Somewhat Elevated, di Maurice Béjart, di Mats Ek, Akram Kahn, Russell Maliphant, per il repertorio moderno e contemporaneo.

Vi riportiamo le bellissime parole che accompagnano la motivazione del premio (fonte: ANSA):

“Protagonista superlativa di tanti classici del balletto – dai capolavori ottocenteschi ai titoli più recenti – ma anche duttilissima interprete per i grandi della coreografia contemporanea che hanno composto pezzi espressamente per lei e su di lei – da William Forsythe e Mats Ek fino ai nuovissimi Akram Khan e Russell Maliphant – Sylvie Guillem  ha plasmato un repertorio vastissimo unendo sensibilità drammatica, potenza fisica e tecnica estrema. E’ a partire dalle sue doti naturali che la Guillem ha ridisegnato la figura della ballerina, sfidando le leggi della fisica con estensioni prima inimmaginabili e virtuosismi acrobatici eseguiti con estrema naturalezza.”

 

Google+
© Riproduzione Riservata