• Google+
  • Commenta
21 maggio 2012

Gli studenti di Roma sono vicini ai ragazzi di Brindisi compiti dall’attentato

Gli studenti di Roma
Gli studenti di Roma

Gli studenti di Roma

Questa mattina, come in molte altre parti d’Italia, anche gli studenti di Roma hanno voluto esprimere la loro vicinanza ai ragazzi di Brindisi colpiti dal vile attentato avvenuto sabato all’istituto professionale “Morvillo Falcone” nel quale ha perso la vita la giovane Melissa Bassi.

“Colpire la scuola vuol dire colpire al cuore il nostro Paese e il nostro futuro. Qualunque sia la matrice e il movente di un atto così vile, il nostro pensiero va innanzitutto alla famiglia di Melissa e a quelle di tutte le altre ragazze ferite. In secondo luogo intendiamo esprimere la nostra vicinanza a tutta la popolazione studentesca di Brindisi per dire loro che non sono soli e che solo se la gioventù resterà unita e combatterà all’unisono riuscirà a portare il nostro Paese fuori da questa crisi, non solo economica, che colpisce tutti ma soprattutto il nostro futuro”.

È quanto dichiara Diana Fabrizi Presidente del Consiglio degli Studenti dell’università degli studi di RomaTre che questa mattina assieme ai rappresentanti degli studenti ha promosso un minuto di silenzio nel cortile della facoltà di Economia Federico Caffè e affisso uno striscione che recita, appunto, “Gli studenti di Roma sono vicini ai ragazzi di Brindisi”.

Google+
© Riproduzione Riservata