• Google+
  • Commenta
24 Maggio 2012

I Draghi parlano e gli studenti protestano

Giovedì 24 maggio 2012 – Alla Sapienza fa visita Draghi ma gli studenti protestano

Una sessantina di studenti, oggi, durante la visita di Mario Draghi, hanno protestato davanti alla facoltà di Economia dell’università La Sapienza di Roma.

L’occasione della visita del manager è stata data da un convegno tenutosi in memoria dell’economista Federico Caffè; lo stesso Draghi ne è stato allievo e per questa ragione ha tenuto una lezione in suo onore.

Al convegno ha partecipato anche il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.

Mentre in classe gli applausi si sprecavano, fuori i manifestanti, tenuti sotto controllo e a debita distanza da uno schieramento da plutone d’esecuzione, hanno fatto sentire la propria voce con cartelli e striscioni accendendo, nel culmine della manifestazione, un fumogeno.

Sono stati distribuiti fac-simili, perchè solo quelli ci possiamo permettere, di banconote da cinquecento euro con su scritto: – “No alla Banca Centrale Europea, no all’austeria”.

Con tutto il rispetto per i grandi economisti del passato, in un presente privo di certezze e con la disoccupazione giovanile alle stelle, l’ultima cosa di cui si ha bisogno è di lezioni di concetti che nella vita reale vengono applicati in maniera sommaria.

La crisi dell’euro-zona ci sta letteralmente uccidendo e non sono quattro applausi di circostanza o peggio, parole retoriche che ci porteranno ad una soluzione.

In memoria dello scomparso economista Federico Caffè, riportiamo una sua celebre frase che forse dovrebbe essere da monito per coloro che decidono per così tante persone e che qualcosa dovrebbero sapere di economia.

«La politica economica è quella parte della scienza economica che usa le conoscenze dell’analisi teorica come guida per l’azione pratica.»

E personalmente aggiungerei: – “E l’azione pratica deve essere svolta nel rispetto della dignità umana.”

Google+
© Riproduzione Riservata