• Google+
  • Commenta
3 Maggio 2012

IAI per i media: elezioni Francia, Grecia, Serbia e Algeria

Domenica prossima 6 maggio una serie di appuntamenti elettorali, in Francia, Grecia e pure Serbia, modificherà in modo significativo il panorama politico europeo e condizionerà le scelte dell’Ue per uscire dalla crisi e rilanciare la crescita. Il ballottaggio presidenziale in Francia tra Nicolas Sarkozy e François Hollande e le consultazioni politiche anticipate in Grecia, banco di prova per le scelte di rigore fatte dal governo guidato da Luca Papademos, avranno un’incidenza diretta sulle decisioni europee delle prossime settimane, in vista del Vertice di fine giugno.

Il voto serbo, invece, ha fra i suoi temi le prospettive di adesione all’Unione.

Il quadro elettorale dei prossimi giorni è completato dalle consultazioni politiche in Algeria, giovedì 10 maggio: un test dei fermenti nel Paese nord-africano solo sfiorato, l’anno scorso, dalla Primavera che cambiò i regimi in Egitto e in Tunisia.

Su tutti questi grandi temi, l’Istituto Affari Internazionali (IAI) mette a disposizione dei media ricercatori ed esperti, mentre la sua rivista online, AffarInternazionali, pubblica articoli che analizzano gli ultimi sviluppi dell’attualità internazionale. Per fornire ai media elementi di lettura degli eventi e/o per interventi tv, radio o web, sono, in particolare, disponibili:

– il presidente Stefano Silvestri – cell 335.389692, mail s.silvestri@iai.it -;

– il vicepresidente vicario Gianni Bonvicini –  cell 335-6906762, mail g.bonvicini@iai.it -;

– il direttore Ettore Greco – cell 340.7184256, mail e.greco@iai.it -;

– la vicedirettice Nathalie Tocci – cell 340.9727642, mail n.tocci@iai.it -, direttrice area Unione europea e vicinato;

– il consigliere per la comunicazione Giampiero Gramaglia, giornalista – cell 334.6240174, mail g.gramaglia@iai.it;

– la ricercatrice Silvia Colombo – cell 340.9350811, mail s.colombo@iai.it -, esperta di Algeria, Libano e Marocco;

– il ricercatore Michele Comelli– cell 347.7251581, mail m.comelli@iai.it, esperto di Ue.

Per contattare l’Istituto pregasi telefonare allo 063224360 o inviare una mail a iai@iai.it

Google+
© Riproduzione Riservata