• Google+
  • Commenta
23 Maggio 2012

“Il Festival a casa del boss”: il nuovo libro di Pietro Nardiello

Il Festival dell’Impegno Civile “Le Terre di Don Peppe Diana” è l’unica rassegna italiana che si svolge nei beni confiscati alla criminalità organizzata, promosso dal Comitato don Peppe Diana e dalla Associazione Libera di Caserta.

La rassegna ha avuto numerosi ospiti: Peppe Barra, ‘A67, Kalifoo Ground Music Sistem, Giulio Cavalli, Carlo Faiello e tanti altri.

La scommessa intrapresa da questo coraggioso Festival è quella di ridare alla collettività, attraverso arte e cultura, ciò che le è stato strappato con violenza  e ignoranza; una utopia concreta, un’azione di riappropriazione e di rivalorizzazione di interi territori.

Oggi questa esperienza è un libro grazie alla casa editrice Phoebus Edizioni che ha pubblicato il libro Il Festival a casa del boss.

L’opera racconta l’esperienza delle quattro edizioni del Festival dell’Impegno Civile. Il racconto realizzato dal giornalista Pietro Nardiello, ideatore e direttore artistico della rassegna, accende un riflettore sui motivi per cui è nato il Festival, i retroscena, le difficoltà, le speranze e le gioie nate in luoghi dove si costruisce un’Italia diversa. I piccoli passi quotidiani compiuti per realizzare una rassegna dove non vi sono teatri o luoghi di aggregazione, dove anche il disordine urbanistico rappresenta un simbolo di onnipotenza della potenza criminale.

Tra le pagine del volume, Nardiello, racconta le voci di un popolo che continua a parlare ai giovani, agli anziani, alle donne, ai bambini di questi territori martoriati. A casa del boss si organizzano spettacoli teatrali, musicali, incontri di letteratura, dibatti sui temi della legalità, dell’antimafia, della politica, della cultura, dell’impegno civile.

Il Festival a casa del boss è arricchito da interviste di Francesca Ghidini, Mariagrazia Poggiagliolmi, Stefano Corradino, Vito Faenza, Armida Parisi, Michela Monti, Valeria Palumbo, ad importanti testimoni sociali, come il giudice Lello Magi, il procuratore Federico Cafiero de RahoIsaia Sales, l’attore e cantante Peppe Barra, don Aniello ManganielloAntonietta Rozera e un’intervista impossibile a don Peppe Diana.

Google+
© Riproduzione Riservata