• Google+
  • Commenta
10 Maggio 2012

Incontro di studio su “La nuova disciplina dei servizi di pagamento”

L’incontro di studio su “La nuova disciplina dei servizi di pagamento”, che si tiene domani venerdì 11 maggio presso l’Accademia della Guardia di Finanza a Castelporziano (Roma), ore9.15,intende richiamare l’attenzione su un tema di crescente attualità e su una materia di rilevante dimensione economica: la nuova disciplina dei servizi di pagamento.

L’incontro di studio, organizzato dall’Accademia della Guardia di Finanza, dall’’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e dall’Associazione Italiana Istituti di Pagamento e di Moneta Elettronica  (AIIP), concentra l’attenzione, da diverse angolazioni, su profili e problemi dell’attuazione della disciplina.

Il d. lgs.27 gennaio 2010, n.11 hadato attuazione alla direttiva 2007/64/CE, relativa ai servizi di pagamento nel mercato interno (Payment Services Directive – PSD).  Obiettivi fondamentali dell’ innovazione legislativa sono la tutela del consumatore, il controllo sul rispetto degli obblighi antiriciclaggio, la promozione del progetto SEPA (Single Euro Payments Area) e la riduzione dell’utilizzo del contante a favore di strumenti di pagamento più efficienti come la “moneta elettronica”, i bonifici e le carte di credito. A tale scopo, nuove categorie di operatori – gli Istituti di Pagamento (IP) e gli Istituti di Moneta Elettronica (IMEL) – sotto la sorveglianza della Banca d’Italia che ne autorizza l’attività, si affiancano a Banche e Uffici postali nell’offerta di servizi di pagamento all’interno dell’UE.

Verrà posta attenzione ai diversi strumenti di pagamento, come quelli di base (bonifici e addebiti diretti),le carte di pagamento, i pagamenti elettronici via internet, i pagamenti tramite telefono mobile, e verranno affrontati   problemi collegati – relativi in primo luogo alla diversità di situazioni nazionali nella dimensione europea e al confronto con altre aree del globo – alla tutela della privacy, all’intervento contro frodi ed esperienza dell’Arbitro Bancario e Finanziario (ABF). Verrà inoltre trattata, in termini di sistema, la disciplina delle imprese dei servizi di pagamento sotto i profili di: a) accesso; b) disciplina contrattuale; c) disciplina pubblicistica antiriciclaggio e antiterrorismo;  d) vigilanza e concorrenza, in relazione alle competenze di Autorità antitrust e Banca d’Italia); e) ruolo della Guardia di Finanza nel controllo.

Il Libro Verde della Commissione Europea del  gennaio 2012 ( Verso un mercato europeo integrato dei pagamenti tramite carte, internet e telefono) informa che nella eurozona sono state effettuate nell’anno 2009 58 miliardi di operazioni di pagamento al dettaglio, che includono conti correnti, pagamenti, prestiti personali, mutui,risparmi, pensioni, investimenti ed alcuni prodotti assicurativi, e che i vantaggi economici derivanti dall’integrazione del relativo mercato sono dell’ordine di oltre 300 miliardi di euro.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata