• Google+
  • Commenta
25 maggio 2012

La Repubblica delle idee in scena a Bologna dal 14 al 17 Giugno

La Repubblica delle ideeScrivere il futuro è la festa di Repubblica, o meglio un festival che si terrà dal 14 al 17 Giugno a Bologna. Si estenderà per le piazze e i palazzi di tutta la città, tra Piazza Maggiore e Piazza Santo Stefano, tra la libreria Coop Ambasciatori e il cortile dell’Archigginasio, tra il Teatro Arena del Sole e Palazzo Re Enzo. Sarà proprio a Palazzo Re Enzo il “quartier generale” della manifestazione, ospitando la redazione del quotidiano: si potrà assistere di persona  alla rassegna stampa e alla riunione di redazione del mattino, oltre alla preparazione delle vignette e delle illustrazioni per il giornale.

Il direttore del quotidiano, Ezio Mauro, presenta l’evento così: “è una festa, un festival delle idee, un grande appuntamento tra Repubblica, le sue firme, le persone che hanno contribuito a interpretare per Repubblica i grandi temi, i grandi fatti, i grandi personaggi delle vicende interne, delle vicende internazionali, e i nostri lettori. Quindi quattro giorni di discussione, quattro giorni di dibattito, quattro giorni di incontro anche, non soltanto di incontri“. Il direttore così tende a sottolineare il rapporto tra la redazione del giornale e a community, che ha sempre supportato il giornale attivamente aderendo a molte delle iniziative promosse quali la campagna “No alla legge bavaglio” o “Sono donna e dico basta”.

Ad intervenire saranno in molti tra gli esponenti della scena giornalistica e culturale italiana: Margherita Hack, Anthony Giddens, Alessandro Baricco, Umberto Eco, Francesco De Gregori, Luciano Ligabue, Bernardo Bertolucci. E la sera musica, teatro e cinema a volontà: Baricco la sera opererà un esperimento giornalistico inedito fatto per la prima volta sulle pagine della Repubblica, Umberto Eco dialogherà con Stefano Bartezzaghi, Eugenio Scalfari dialogherà con Concita De Greogorio. Obiettivo dell’evento è “dare un volto” al quotidiano, stimolare una riflessione collettiva specie sul futuro dell’Italia, incontrare grandi nomi del giornalismo italiano, capire come funziona il lavoro della redazione del quotidiano. Unico partner di questa operazione culturale e di marketing è Enel che proprio quest’anno celebra il suo cinquantenario.

Il programma è davvero denso: spazi dedicati al ruolo dei social media nell’informazione, alle riflessioni di noti opinionisti, ai segreti del giornalismo di genere, all’incontro con personalità di rilievo internazionale, che vedranno l’intervento del presidente del Consiglio Mario Monti, l’economista Nouriel Roubini e lo scrittore David Grossman, intervistati dai grandi nomi di Repubblica (Ezio Mauro, Eugenio Scalfari, Vittorio Zucconi, Gad Lerner e il direttore dell’Espresso Bruno Manfellotto).

Iniziativa all’interno del festival è Scrivo il futuro sulle idee dei lettori per il cambiamento: si può inviare infatti ciò che si pensa sui tempi che verranno (speranze, preoccupazioni, problemi,…) su Twitter. Ezio Mauro chiede così ai suoi followers di scrivere la loro idea dei tempi che verranno, per arricchire così la discussione della Festa attraverso. L’hashtag al quale fare riferimento è #scrivoilfuturo, al quale si può unire quello della Festa (#rep2012). Mentre l’account della Festa di Bologna è @Repidee.

Per sapere tutto e di più visitate numerosi la pagina dedicata alla Repubblica delle idee!

Google+
© Riproduzione Riservata