• Google+
  • Commenta
12 maggio 2012

Nuova attrezzatura per l’Ospedale veterinario universitario dell’Università di Parma

Spunterà un sorriso orgoglioso sulle bocche degli animalisti e dei veterinari italiani.

Risale, infatti, a ieri la donazione della TAC “spirale” da parte dell’ Azienda Ospedaliero – universitaria, all’Università degli studi di Parma, installata presso l’Ospedale universitario didattico del Dipartimento di Salute Animale.

La tac spirale, così denominata per la peculiarità di girare sul paziente in questione (anche animale) e avvolgerlo, appunto, in una spirale costituisce un grande passo per la medicina veterinaria. Come infatti a noi umani consente di ottenere in breve tempo immagini radiologiche dettagliate e diagnosticare più velocemente malattie tumorali, così permette anche ai pazienti a quattro zampe di affrontare e risolvere, nettamente meglio, molteplici problematiche cliniche, migliorando le potenzialità diagnostiche dell’unità Operativa di Radiologia e diagnostica.

L’applicazione di questa apparecchiatura, quindi, non solo ha potenziato la capacità diagnostica di patologie encefaliche, traumi e patologie del cranio, torace e addome, ma anche migliorato fortemente la formazione didattica degli studenti iscritti al corso di laurea in Medicina Veterinaria, favorendo, fin da subito, uno sviluppo delle capacità pratiche dei futuri dottori.

Alla conferenza stampa sono intervenuti il Rettore Gino Ferretti, il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Leonida Grisendi e Giacomo Gnudi, docente della Sezione di Radiologia e diagnostica per immagini del Dipartimento di Salute animale, alla presenza, tra le varie autorità, anche del Preside della Facoltà di Medicina Veterinaria Attilio Corradi e del Direttore del Dipartimento di Salute animale, Sandro Cavirani.

Google+
© Riproduzione Riservata