• Google+
  • Commenta
15 Maggio 2012

Nuova tappa nella collaborazione tra Università italiane e palestinesi

Nuova tappa nella collaborazione tra Università italiane e palestinesi
Nuova tappa nella collaborazione tra Università italiane e palestinesi

Nuova tappa nella collaborazione tra Università italiane e palestinesi

Continuità ed efficienza. Queste la caratteristiche della nuova tappa nella collaborazione tra Università italiane e palestinesi che vede una nuova tappa nell’imminente corso sulla “Progettazione per lo sviluppo e il management in Medio Oriente”.

Università coinvolte – L’intesa vede coinvolte nove università nostrane (L’Università di Siena, di Pavia, coordinatrice del progetto, l’ Università di Roma La Sapienza, il Politecnico di Milano, quella di Palermo, di Bologna, lo IUSS, quella di Trento e di Bergamo) e sette palestinesi (Birzeit, An-Najah, Bethlehem, Hebron, Palestine Polytechnic, Al Quds, Jenin).

Il progetto – Il progetto “E-PLUS – Rafforzamento del sistema universitario palestinese”, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri – DGCS, ha stabilito di organizzare, tra gli altri impegni, anche un corso intensivo multidisciplinare sulla “Progettazione per lo sviluppo e il management in Medio Oriente”.

Il corso – Il suddetto corso durerà 15 settimane, dal 3 settembre al 20 dicembre 2012, avrà luogo presso l’Università di Pavia e sarà destinato a 21 laureati delle sette università palestinesi coinvolte nel consorzio.

Modalità di svolgimento e fini – Lo scopo di questo seminario è quello di creare dei lavoratori che intendono svolgere attività nel settore di cooperazione e sviluppo in Medio Oriente, sia per enti pubblici che privati.

Professori italiani e palestinesi terranno lezioni su varie tematiche inerenti al settore della progettazione e gestione dello sviluppo e della cooperazione internazionale, tenendo un occhio di riguardo al Medio Oriente.

Obiettivi della collaborazione – Questo corso, la cui modulistica è scaricabile dal sito dell’Università di Pavia, si inserisce in un più ampio obiettivo di collaborazione internazionale tra università italiane e palestinesi, che da anni lavorano insieme per il rafforzamento e l’estensione dei programmi accademici e delle possibilità di ricerca delle facoltà palestinesi, tramite un costante ed ininterrotto rapporto con il sistema universitario italiano ed una sempre maggiore intesa nell’ambito della ricerca scientifica.

Tra gli scopi anche la formazione di 14 dottori di ricerca palestinesi operanti in aree specializzate presso le Università dello Stivale.

Google+
© Riproduzione Riservata