• Google+
  • Commenta
30 maggio 2012

“Orti sociali Diano-Tanagro”: il progetto sperimentale di reinserimento sociale

 “Orti sociali Diano-Tanagro”: si chiama così il progetto sperimentale di reinserimento sociale basato sull’ortoterapia e destinato agli anziani autosufficienti, di età superiore ai 65 anni, e alle persone disabili, anche carrozzate, con idoneità specifica al lavoro manuale, residenti in uno dei 19 comuni dei comprensori del Vallo di Diano e del Tanagro.

A proporre l’iniziativa è il Piano di Zona Ambito S4 che ha fissato  al prossimo 25 giugno la data ultima per la presentazione delle domande di partecipazione alla particolare iniziativa progettuale. “Il termine di presentazione delle domande è stato così fissato per offrire la possibilità di partecipare al progetto al maggior numero possibile di persone visto che abbiamo già ricevuto numerose istanze di partecipazione”, sottolinea Antonio Florio, responsabile del Piano di Zona S4 con sede in Sala Consilina.

“Orti sociali Diano-Tanagro” mira all’inserimento sociale di persone anziane e persone disabili attraverso l’ortoterapia, ovvero impegnandole in attività di produzione di colture agricole. Il progetto prevede la realizzazione di attività aggregative e di socializzazione didattico-educative e formative. Gli anziani saranno occupati nello svolgimento di attività di auto produzione delle varietà agricole, di educazione alimentare ed ambientale, di recupero delle colture della tradizione e nella realizzazione di produzioni di agricoltura biologica.

Il Progetto sperimentale “Orti sociali Diano-Tanagro”, della durata di 12 mesi, sarà  realizzato in aree individuate nei territori comunali di Auletta, Caggiano, Padula, Pertosa, Polla, Sala Consilina, San Rufo, Sant’Arsenio, Sassano e Teggiano.

Come già detto, le domande di partecipazione dovranno essere consegnate, entro il prossimo 25 giugno, a mano o essere spedite, a mezzo raccomandata, presso l’Ufficio del Piano Sociale di Zona S4, sito in Sala Consilina (SA) alla Via Mezzacapo. Ulteriori informazioni si possono attingere anche sul sito www.pianosociales4.it

Google+
© Riproduzione Riservata