• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2012

“Ricerche in corso”; conferenze di studio, sul buddhismo, all’Orientale di Napoli.

Per comprendere in maniera efficace la materia o le diverse materie, che ognuno di noi è solito studiare, è necessario avere un preparazione sempre attuale e completa.

Questo principio, deve rappresentare un punto fermo; un punto di partenza dal quale il cultore, o il semplice appassionato deve partire prima di addentrarsi nell’argomento da lui prescelto.

La ricerca di nuovi schemi, nuove forme di comunicazione è fondamentale sempre e comunque.

L’interesse dell’uomo verso la conoscenza di ciò che lo circonda ha da sempre appassionato i filosofi, i sociologi e tutti coloro che hanno avuto il merito di analizzare gli usi ed i costumi di un dato complesso numerico di individui.

Le aspettative, gli interessi dell’uomo cambiano ed è per questo che bisogna analizzare da vicino le vicende sociologiche di tali cambiamenti.

Ebbene questa affermazione può essere tranquillamente riportata allorquando si faccia riferimento anche allo studio delle diverse religioni.

Proprio perchè il credo religioso presuppone che l’individuo trovi nei dettami scritti e non scritti di tali religioni la propria ragione di vita.

Una delle religioni che si è da sempre imposta all’attenzione di un numero sempre crescente di seguaci è il Buddhismo.

Proprio per questo, l’università Orientale di Napoli nei prossimi due giorni (8-9 Maggio) ha organizzato un convegno sul Buddhismo dal titolo “Ricerche in corso” dal quale si dipaneranno numerosi punti di indagine.

Questo il commento del prof Bernardini, ordinario presso il medesimo ateneo sul prossimo convegno: “Sono certo e convinto che quelli della prossima settimana, saranno giorni in cui sarà possibile conoscere sfaccettature sempre più importanti di questo credo religioso. Proprio perchè nella prossima conferenza, anche insieme ad illustri colleghi provenienti da diverse parti d’Italia e d’Europa, analizzeremo anche il diverso modo di attecchire di suddetto credo religioso in diverse nazioni europee. Il programma è stato volutamente diviso in due giornate, proprio per dare modo a tutti i relatori di esprimere in maniera efficace e puntuale il proprio pensiero su una materia di carattere sociologico così attuale”. 

Per prendere visione integrale del convegno in questione, visita il sito: www.unior.it

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata