• Google+
  • Commenta
4 Ottobre 2019

Caso Insigne: bugie e rapporto ai ferri corti con Ancelotti

Caso Insigne
Caso Insigne

Caso Insigne

In casa Napoli nelle ultime ore è letteralmente esploso il caso Insigne tra bugie del calciatore al suo allenatore e un rapporto che ormai tra i due è ai ferri corti.

Sembra non trovare soluzione la situazione che riguarda Lorenzo Insigne, l’attaccante e colui che da anni doveva essere la bandiera del Napoli: ma cosa è successo al giocatore di Frattamaggiore?

Con l’arrivo di Ancelotti sulla panchina partenopea la luce che doveva illuminare e guidare la squadra in campo sembra essersi definitivamente offuscata.

Il rapporto tra il calciatore napoletano e l’allenatore di Reggiolo non è mai sbocciato e ora sembra aver raggiunto una deriva dalla quale sembra impossibile tornare indietro.

Dialogo sempre meno lineare quello tra le due figure coinvolte, un Insigne contro Ancelotti che appare irrisolvibile salvo clamorose svolte.

Esploso definitivamente il caso Insigne a Napoli: rapporto con Ancelotti deflagrato, ultime news

L’ultima panchina, anzi tribuna, in Champions League nella trasferta col Genk ha certificato l’esplosione definitiva del caso del calciatore Napoletano e la sempre più probabile fine di un rapporto tra calciatore e allenatore.

L’esclusione per scelta tecnica di Ancelotti che al numero 24 del Napoli ha preferito il neo arrivato Hirving Lozano per affiancare il polacco Milik, ha spiazzato un pò tutti.

Il pari che poi ne è derivato non ha fatto altro che alimentare le polemiche intorno al caso.

Alla base della decisione dell’allenatore ci sarebbero diverse cause di natura non solo tecnica. Dietro quel definire il fantasista partenopeo “poco brillante negli allenamenti” del post-gara di Genk c’è molto altro.

Nello specifico sono emerse indiscrezioni riguardanti il deficitario rapporto non solo tra allenatore e giocatore, ma anche con il presidente Aurelio De Laurentiis.

Dunque un triangolo insigne-ancelotti-de laurentiis che a Napoli rappresenta una matassa difficile da sbrogliare.

Tra le parti in questione non c’è mai stato un grande feeling, e la già difficile situazione pre-arrivo di Ancelotti si è accentuata con la presa in carico del coach di Reggiolo.

Al centro del caso diversi motivi: posizione in campo, minutaggio al di sotto delle aspettative, ma soprattutto una bugia del calciatore che è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

La bugia che ha incrinato il rapporto tra calciatore e tecnico

Alla base della spaccatura creatasi nel rapporto tra i due ci sarebbe stata un’omissione piùttosto importante da parte del numero 24 azzurro.

Infatti, nella settimana del big match della seconda giornata di campionato tra Juventus e Napoli, Insigne avrebbe tenuto nascosta la sua deficitaria condizione fisica. Un risentimento muscolare che ne avrebbe impedito l’impiego.

Partita che tra l’altro non fu terminata dal calciatore costretto ad abbandonare il campo a fine primo tempo e a saltare la convocazione in Nazionale.

Tale bugia, avrebbe innescato dunque la deflagrazione di un rapporto già ai minimi termini. Più volte si è tentato di ricucirlo in passato (vedesi incontro tra calciatore, nuovo procuratore Raiola e il mister di inizio Maggio scorso) ma invano.

Tutto ciò avrebbe condotto alla scelta recente da parte di Ancelotti di non schierare titolare Insigne nell’ultimo impegno europeo ed addirittura di lasciarlo in tribuna.

Scelta, questa, che ha infastidito e non poco il fantasista napoletano, ma ancor di più i familiari di quest ultimo.

Il caso dell’attaccante del Napoli, si è trascinato poi sui social, dove il fratello di Lorenzo ha definito Ancelotti un uomo senza attributi e incapace di dire la verità. Post che neanche a dirlo è stato opportunamente cancellato.

Google+
© Riproduzione Riservata