• Google+
  • Commenta
11 Maggio 2012

Ricostruzione dopo il terremoto in Abruzzo. Governare il rischio

Ricostruzione dopo il terremoto in Abruzzo
Ricostruzione dopo il terremoto in Abruzzo

Ricostruzione dopo il terremoto in Abruzzo

Ricostruzione dopo il terremoto in Abruzzo: convegno, Governare il Rischio, si terrà lunedì 14 maggio alle ore 9.30, all’aula magna della facoltà di Architettura in via Antonio Gramsci 53, Roma.

L’Abruzzo, vittima di un evento calamitoso che ha devastato l’Aquila e alcuni paesi circostanti circa tre anni fa, ancora oggi, sta vivendo una situazione decisamente difficoltosa.

La ricostruzione in seguito ad eventi calamitosi ha perso, oggi, la capacità di ripristino delle condizioni precedenti con un miglioramento complessivo delle condizioni urbane e territoriali. La condizione essenziale consiste nel superare le diffuse resistenze culturali e superare i pregiudizi legati al costo della prevenzione.

L’impostazione culturale di modificare una visione tecnicistica degli interventi e mettere in piedi un efficace governo del rischio, in modo da produrre una maggiore sicurezza e un miglioramento funzionale, ha guidato il lavoro di collaborazione svolto dalla Facoltà di Architettura della Sapienza per i Piani di Ricostruzione post-sismica in Abruzzo.

Il convegno dal titolo: Governare il Rischio, si terrà lunedì 14 maggio alle ore 9.30, all’aula magna della facoltà di Architettura in via Antonio Gramsci 53, Roma.

Nel corso dell’evento si affronteranno i temi della prevenzione del rischio a partire dall’esperienza dei piani di ricostruzione in Abruzzo (Area Omogenea 9), curati appunto dal gruppo di ricerca inter-dipartimentale della Facoltà di Architettura della Sapienza, con l’obiettivo di delineare la ricostruzione come strumento principale di riduzione del rischio, abbandonando ogni connotazione statica legata all’idea di ripristino delle condizioni precedenti.

È prevista la partecipazione di personalità del mondo politico e istituzionale tra cui Francesco Profumo, ministro dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca scientifica; Giovanni Chiodi, Commissario delegato per la Ricostruzione in quanto presidente della Regione Abruzzo; Luigi Frati, rettore della Sapienza; Renato Masiani, preside della facoltà di Architettura; Piero Ostilio Rossi, direttore del dipartimento Architettura e progetto.

Google+
© Riproduzione Riservata