• Google+
  • Commenta
14 Maggio 2012

Riscaldamento Globale: Il colpevole è l’Uomo

Stando alle ultime previsioni divulgate dal WMO, l’Organizzazione mondiale della meteorologia, il clima continuerà a riscaldarsi. Le emissioni di co2 e le radiazioni solari tenderanno ad aumentare, e se non placate in tempo, ad annichilire il nostro ecosistema.

Uno studio condotto da Reto Knutti e Markus Huber, ricercatori svizzeri dell’Istituto per l’atmosfera e il clima dell’Università di Zurigo, rivela a chiare lettere che la principale causa del riscaldamento globale è l’uomo. Attraverso l’ideazione di un nuovo metodo sperimentale, i due ricercatori sono riusciti a determinare il reale impatto delle attività umane sul clima.

Tuttavia, la tesi secondo cui l’uomo sarebbe l’artefice principale della crisi ecologica è avallata da molti esperti internazionali. La comunità scientifica internazionale, infatti, è del tutto concorde nell’attribuire all’uomo il 74% delle deleterie e nocive emissioni d’anidride carbonica. Ma a Knutti e Huber, va il merito di aver dimostrato, calcolato e trasformato la comune concordia in verità scientifica. La sentenza emessa dai due ricercatori è amara: dal 1950 la temperatura è aumentata di 0.57 gradi.

“La Terra- spiegano K. e H.- è un sistema che da un lato accoglie energia proveniente dall’esterno, dal sole, e dall’altro se ne libera attraverso radiazioni a onda lunga che lasciano l’atmosfera”.  In sostanza, da un lato gli alberi e le piante convertono l’energia solare in energia chimica, usando acqua e anidride carbonica e liberando ossigeno, e dall’altrola Terra, invece, accoglie l’energia esterna per poi liberarsene tramite radiazioni rilasciate nell’atmosfera.

I due scienziati, quindi, hanno tentato di comprendere il reale impatto dell’attività solare sul clima, scoprendo che: “ Le conseguenze terrestri dei cambiamenti nell’attività solare sono state contenute”. Pertanto, dopo aver dimostrato che le radiazioni solari sono assorbite dagli oceani per più del 90%, ai due ricercatori non è apparso improbabile, addebitare all’uomo le principali responsabilità del cambiamento climatico.

 

Google+
© Riproduzione Riservata