• Google+
  • Commenta
8 giugno 2012

A Cagliari si vota SI al registro per le coppie di fatto eterosessuali e omosessuali

Dopo Sassari e Porto Torres, anche Cagliari si omologa alla scelta di assicurare fondamentali diritti a chiunque voglia creare una famiglia. Famiglia intesa come nucleo di persone che si comportano come tali e non come status riconosciuto esclusivamente in base a carte firmate.

E’ di ieri mattina infatti la notizia che la Commissione Affari Generali ha detto si all’adozione del registro per le unioni civili, ovvero le unioni di fatto, approvando un regolamento di sei articoli che ora dovranno passare prima in commissione Statuto e poi all’esame del Consiglio Comunale.

Il regolamento per le coppie di fatto e le convivenze interessa sia le coppie eterosessuali che quelle omosessuali, e il primo dei sei articoli afferma che “si definisce unione di fatto o convivenza ogni nucleo basato su legami affettivi o di mutua solidarietà, tra due persone maggiorenni, caratterizzato dalla convivenza da almeno un anno e dal contributo di entrambe le parti alle esigenze di vita comune, che abbia chiesto ed ottenuto la registrazione amministrativa ai sensi degli articoli successivi”.

Attraverso questa buona nuova il Comune di Cagliari assicura alle coppie che non hanno contratto matrimonio, i benefici in materia di diritto alla casa e dei servizi sociali. Ecco infatti come recita il secondo articolo “Il Comune di Cagliari tutela e sostiene la piena dignità umana e sociale delle unioni di fatto e delle convivenze; ne promuove il pubblico rispetto favorendone l’integrazione e lo sviluppo nel contesto sociale, culturale ed economico anche attraverso l’adozione di atti che consentano loro l’accesso ai benefici che l’amministrazione comunale riconosce in materia di diritto alla casa e a i servizi sociali”.

L’iscrizione delle coppie nel registro avverrà online e consentirà, oltre che di rispettare la privacy degli interessati, di accedere ai benefici riconosciuti.

Il regolamento approvato non ha mancato di suscitare pareri contrari e voci discordanti. Anselmo Piras, Pdl, e Pierluigi Mannino, Patto per Cagliari, hanno votato contro, mentre Sandro Vargiu dei Conservatori è stato l’unico astenuto. Per il presidente della Commissione, Filippo Petrucci, si tratta di “un’importante risultato raggiunto ottenuto con l’appoggio di tutti i partiti della maggioranza”.

 

 

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata