• Google+
  • Commenta
30 giugno 2012

Deforestazione: Rischi Co2 Sopravvalutati

Un gruppo di ricercatori dell’Università americana del Maryland ha divulgato i dettagli di uno studio sulle emissioni di anidride carbonica causate dalla riduzione progressiva delle foreste nelle zone tropicali del Pianeta.

Grazie all’ausilio tecnico-logistico di un laboratorio della Nasa ed al sostegno dei ricercatori del Winrock International Institute, gli scienziati statunitensi hanno potuto constatare che, durante i primi cinque anni del terzo millennio, le emissioni di co2 sono state pari a 809 milioni di tonnellate, in altre parole meno della metà del volume totale calcolato.

Negli ultimi anni, gli scienziati hanno attuato una pingue campagna di sensibilizzazione ambientale caratterizzata dall’invito a ridurre drasticamente le emissioni di co2.

Consapevoli di dover caldeggiare la causa della tutela ambientale del pianeta terra, i Paesi in via di sviluppo hanno così dovuto rallentare i propri processi evolutivi, ottemperando alle direttive imposte dalle varie convenzioni internazionali. Tuttavia, occorre ricordare che gli Stati Uniti d’America non hanno mai ratificato alcun trattato, continuando imperterriti a spingere il piede sull’acceleratore.

Come detto, questo studio rileva, al contrario di quanto ipotizzato finora, un incredibile errore nelle stime sulle emissioni di co2 riguardanti i paesi colpiti da deforestazione, e, pertanto, di mettere a repentaglio ogni meccanismo finora precostituito.

Per gli autori della ricerca pubblicata sulla rivista Science, la discrasia rilevata rasenterebbe addirittura la soglia del 70%. Secondo i ricercatori, la correttezza delle nuove stime non può essere messa in discussione, perché fondata su anamnesi e metodologie realizzate con l’ausilio dei satelliti.

Google+
© Riproduzione Riservata