• Google+
  • Commenta
20 giugno 2012

Esami di maturità: bere molta acqua aiuta la memoria e la concentrazione

Tutti sappiamo che bere acqua fa bene, soprattutto nei momenti difficili e stressanti della nostra vita. In questi giorni, ad esempio, hanno bisogno di tanta acqua tutti quegli studenti che stanno affrontando gli esami di maturità: è in questi momenti che servono più che mai memoria e concentrazione, ma con il caldo torrido di questi giorni (e la conseguente disidratazione che colpisce il corpo umano) è difficile mantenerle e coltivarle adeguatamente.

Non a caso gli esperti rilevano l’importanza di mantenere un adeguato apporto di acqua giornaliero, come dimostrato anche dagli studi di settore. Alessandro Zanasi, docente all’Università di Bologna e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino spiega, infatti, che: “‘L’acqua è particolarmente necessaria nei tessuti ad alta attività metabolica: il più importante è il cervello, formato da questo elemento per l’85%. Diversi studi hanno dimostrato come l’insufficiente idratazione incida negativamente non soltanto sulle prestazioni fisiche, ma anche su quelle cerebrali. Una moderata disidratazione porta a stanchezza e riduzione di concentrazione, oltre che mal di testa e rallentamento dell’esecuzione di compiti semplici”.

L’acqua è un elemento essenziale per la sopravvivenza sana del nostro corpo, della nostra mente. Alessandro Zanasi rileva, infatti, che: “L’acqua aiuta il cervello a non surriscaldarsi, processo che causa un calo della performance e, se protratto, ulteriori danni. I bambini e i giovani, poi, sono esposti molto più degli adulti al rischio di disidratazione, a causa del loro elevato rapporto tra superficie e massa corporea, ovvero tra la quantità di liquidi in essi contenuta e il loro peso. Fondamentale è quindi idratarsi correttamente e, affinché tutte le capacità intellettive ritornino alla normalità, è sufficiente bere un bicchiere d’acqua o due. Soprattutto è bene ricordarsi di idratarsi costantemente, assumendo 1,5 litri al giorno, seguendo una dieta rinfrescante e ricca di liquidi, per contrastare calore e perdita di acqua attraverso la sudorazione, dovuta alle alte temperature estive e allo stress da esame. E non dimenticare di bere acque ricche di minerali, per reintegrare i sali persi con il sudore, portando con se’ una bottiglietta d’acqua, durante ogni prova scritta”.

Insomma, se tutti sappiamo che bere fa bene, allora dobbiamo farlo: dobbiamo bere, costantemente, tutti i giorni, più di un litro di acqua al giorno (l’ideale sarebbero 2 litri). Ce la possiamo fare, ce la dobbiamo fare: per la nostra salute. Non costa niente: dobbiamo tenere sempre una bottiglietta d’acqua con noi e bere anche quando sembra che non ne abbiamo voglia; questo aiuterà la salute del nostro organismo e la salute della nostra mente.

Google+
© Riproduzione Riservata