• Google+
  • Commenta
12 giugno 2012

Le maschere di Torino

Una realtà non ci fu data e non c’è, ma dobbiamo farcela noi, se vogliamo essere: e non sarà mai una per tutti, una per sempre, ma di continuo e infinitamente mutabile.

E’ così che Pirandello ci racconta l’infinità delle visioni del mondo, l’infinità del noi stessi, l’essere diversi anche essendo uno, anche avendo un solo sguardo, in realtà, guardiamo la stessa cosa in infiniti modi, diversi per ognuno, diversi per noi stessi.

Torino è casa mia, muove, quasi sicuramente non da questo tipo di riflessione, ma crea un panorama che la riflette perfettamente, il concorso fotografico del Diwan Cafè, partito un mese fa si conclude questa sera con l’evento finale a partire dalle 19.

Il concorso richiedeva ad ogni partecipante di inviare due scatti, muovendo dal tema Totino è casa mia, titolo del libro di Giuseppe Culicchia.
Si è andato formandosi un universo visivo di scatti fotografici perfettamente integrati con la visione dell’infinità di vedute diverse a partire dallo stesso soggetto; stessa città e stesse sensazioni si accavallano negli scatti di più di cento partecipanti, tutti diversi e tutti permeati da una propria specifica visione della città.

Una città che si scompone e ricompone, affidando ogni suo aspetto all’occhio di chi lo sa cogliere, e vedendo i 13 finalisti (cinque scelti dalla Giuria di Facebbok,col metodo dei Lilke, e sette scelti da una giuria di fotografi) si può capire quanto Torino sia una città che solo vivendola, conoscendo i suo spazzi, le sue architetture, solo entrandoci veramente in contatto, solo conoscendola,  essa permette di essere vista davvero.

Una città che si spoglia completamente solo davanti a chi la conosce, chi la vive come se non l’avesse mai vista davvero, una città che denudatasi  ci rende partecipi di una bellezza fatta non solo del visibile, del soggetto, ma anche di tutto il resto, di tutto il resto che fa di Torino la città che tutti abitiamo, ma solo pochi conoscono.

Questa sera le tredici fotografie scelte saranno in mostra a partire dalle 19, per ogni consumazione sarà possibile dare un voto a quella che più piace, ed a mezzanotte avverrà il conteggio dei voti per assegnare l’ultimo premio (I premi già vinti sono quelli della Giuria Facebook, e quello della Giuria di fotografi ) quello della Giuria Popolare.

Un grande evento che questa sera termina, tra le mura del festoso Diwan Cafè, un evento che ha portato molto movimento e confronto, un evento da non perdere per dare un’occhiata ai volti nuovi di una città mai vista con questi occhi.

Cliccando qui è disponibile la lista  dei 13 finalisti  la galleria fotografica dove potete trovare le loro foto.

Google+
© Riproduzione Riservata