• Google+
  • Commenta
17 giugno 2012

Parte la missione Shenzhou-9 con a bordo la prima donna astronauta della Cina

Lanciata con successo la capsula Shenzhou-9 dotata di equipaggio. Liu Yang è la prima donna astronauta della Cina.

La capsula Shenzhou-9 (che tradotto significa ”Vascello Divino”), è stata lanciata senza intoppi e come da programma alle 12.37 ora italiana dal deserto del Gobi in Cina. La sua destinazione è il laboratorio spaziale cinese Tiangong-1  (il “palazzo del Paradiso”), in orbita attorno alla Terra.

A otto minuti dal lancio, dopo essere entrata in orbita, la sonda ha dispiegato i pannelli solari per l’alimentazione dei sistemi elettronici di bordo. Fra due giorni, più precisamente lunedì alle 9 di mattina, ci sarà l’attracco alla stazione orbitante. In questo modo Liu Yang, trentaquattrenne pilota dell’ Aeronautica militare cinese, e i suoi due colleghi, inizieranno la loro settimana di permanenza nella stazione, dove avranno l’opportunità di eseguire test e di condurre esperimenti scientifici.

Si tratta di uno dei primi passi di una lunga e ambiziosa strategia volta a realizzare una grande stazione spaziale, interamente “Made in China”, con tanto di equipaggio permanente, che possa fare concorrenza alla Stazione Spaziale Internazionale, la famosa ISS, gestita da Stati Uniti, Europa, Giappone, Canada e Russia.

Come la ISS, la Tiangong-1 si rifornirà attraverso moduli automatici, destinati al trasporto periodico di carburante, viveri, aria e pezzi di ricambio.

Si tratta di un’occasione senza precedenti per la Cina; grazie a questa missione, avrà la possibilità di verificare, consolidare e dimostrare la sua capacità di costruire una stazione spaziale e di partecipare alla corsa per la conquista dello spazio.

Google+
© Riproduzione Riservata