• Google+
  • Commenta
22 giugno 2012

Presentato in Rettorato un rapporto sui primi due anni di attività di orientamento

  Sono 365 i contatti al Front Office del Cos in via Arborea, 830 gli studenti che hanno beneficiato dei servizi di OrientAzione, 50 le convenzioni stipulate con aziende pubbliche e private ai fini del tirocinio
Dal 2010 a oggi l’Università di Sassari ha messo in campo un ventaglio di iniziative di accoglienza, accompagnamento, sostegno e tutorato, per facilitare la scelta del percorso universitario, superare le difficoltà che si riscontrano nel corso degli studi e favorire il collocamento nel sistema produttivo.

La presentazione di queste attività e un bilancio dei risultati ottenuti in due anni di lavoro è avvenuta in Rettorato nel corso di un convegno a cui sono intervenuti il Rettore Attilio Mastino, il sindaco di Sassari Gianfranco Ganau, Rosario Musmeci Assessore alle Politiche del lavoro, della Formazione professionale della Provincia di Sassari Gabriella Colucci ,referente per l’orientamento presso l’ufficio scolastico provinciale. Erano presenti tra gli altri anche l’assessore provinciale Alessio Marras (Assessore allo Sport, Pubblica Istruzione, Politiche educative e giovanili del Comune di Sassari); Monica Spanedda (Assessore alle Politiche Ambientali e al Verde Pubblico – Comune di Sassari), il neo eletto presidente del Consiglio degli Studenti Gabriele Casu e il presidente uscente Giovanna Tanda. La componente scientifica era rappresentata dalla professoressa Patrizia Patrizi, Delegata per l’Orientamento dell’Ateneo e responsabile del servizio OrientAzione,  Walter Fornasa, Prorettore Delegato per la responsabilità sociale dell’Università di Bergamo, Giorgio Sangiorgi e Cristina Cabras, docenti dell’Università di Cagliari e rispettivamente Presidente e Delegata per i rapporti con sezioni regionali, delegati e territorio della SIO (Società Italiana per l’Orientamento).

Nel corso della tavola rotonda la professoressa Patrizi ha spiegato che “l’Università di Sassari intende l’orientamento come un sistema integrato di servizi che si alimenta attraverso il dialogo tra la dimensione istituzionale, scientifica e amministrativa dell’Ateneo, il rapporto con l’ufficio scolastico provinciale di Sassari, gli assessorati competenti a livello comunale, provinciale e regionale, le scuole sul territorio e in ambito nazionale con altri interlocutori come Crui (conferenza de Rettori delle Università Italiane), il consorzio AlmaLaurea e la SIO. Lo sviluppo di queste relazioni creano le condizioni per un cambiamento culturale che favorisce la nascita di una comunità orientante: in questo nuovo scenario lo studente viene sollecitato e guidato a impegnarsi verso una piena realizzazione di sé attraverso la valorizzazione delle proprie competenze e attitudini”.
Tre le linee di azione che l’Università di Sassari ha considerato strategiche in materia di orientamento:
Il progetto STUD.I.O (Studenti in Orientamento) finanziato dalla Regione Sardegna e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che si propone il riallineamento delle competenze, finalizzate al miglioramento della preparazione. Finora sono stati somministrati 1.500 test in 21 scuole superiori  del territorio;
Il servizio OrientAzione che, nato nel 2010, ha offerto consulenza di orientamento alle scelte e di supporto per consentire agli studenti di superare le eventuali criticità del percorso di studio (counseling psicologico e coaching) a oltre 200 iscritti delle scuole superiori e dell’Università di Sassari (nell’87% dei casi si tratta di donne). Per la prima volta quest’anno è stato realizzato il progetto “Orientazione va a scuola” che ha interessato 615 allievi delle quinte classi di sei istituti superiori delle provincia di Sassari. Il Servizio OrientAzione ha avviato un monitoraggio sulla dispersione universitaria presso il nostro Ateneo al fine di attivare azioni di contrasto: a settembre partiranno le prime sperimentazioni presso alcuni Dipartimenti;
Il Job Placement che rappresenta il servizio permanente teso a favorire l’inserimento professionale di studenti e laureati. Tra i risultati conseguiti la definizione di 50 convenzioni con aziende pubbliche e private ai fini di tirocinio (è interessante a questo proposito il fatto che uno studente su due si rivolga al Job Placement per trovare un’azienda per svolgere il tirocinio).
Dall’autunno 2010 il servizio orientamento ha sede in via Arborea: sono stati 365 gli studenti che si sono recati al front office per avere informazioni sull’offerta didattica e i servizi dell’Università di Sassari, oltre 6.000 i contatti telefonici.

 

Google+
© Riproduzione Riservata