• Google+
  • Commenta
21 giugno 2012

Studente di giorno e spacciatore di notte

Un giovane apparentemente uno studente modello, di giorno si affaticava a studiare per concludere il suo ciclo di studi tra tante fatiche e tanto impegno e di notte una vita da solitario nel mondo dello spaccio di eroina.

In manette lo studente universitario mentre stava consegnando ingenti quantità di eroina ad un noto ristoratore. A quanto pare le mosse dei due andavano avanti già da tempo nella città di Padova. Due uomini apparentemente insospettabili ma dalla doppia vita: il ragazzo, studente in Progettazione del turismo era lo spacciatore e il proprietario di un noto ristorante in Liguria era il corriere.

Ad insospettire le forze dell’ordine, l’agiato tenore di vita dello studente: disoccupato ma molto ricco, con acquisti di migliaia di euro. La Guardia di Finanza di Venezia lo seguiva da alcuni mesi per tenere d’occhio i suoi spostamenti e i suoi affari. Il ragazzo erano solito muoversi da una parte all’altra della città a bordo di un potente scooter e l’incontro con il ristoratore avveniva a cadenza regolare in una zona “famosa” per lo spaccio.

Entrambi di origini albanesi (il pusher Ledi R. 29enne residente a Padova e il corriere Adrian T., 44enne residente a Savona) sono stati intercettati ed arrestati dai militari dei Gico dopo che nello zaino del giovane sono stati rinvenuti 6 kilogrammi di eroina destinati al mercato illegale. Lo studente aveva cercato invano di nascondere il bottino ma ormai era nel mirino dei sospettati e l’intero incasso avrebbe potuto fruttare 300 mila euro.

Google+
© Riproduzione Riservata