• Google+
  • Commenta
29 giugno 2012

Terremoto e patrimonio culturale: i danni e le prospettive per il recupero

Terremoto e patrimonio culturale: i danni e le prospettive per il recupero“.

E’ questo il titolo dell’incontro che si terrà martedì 3 luglio alle ore 16,30 presso la sede della Fondazione Ermitage Italia, (Palazzina Giglioli, c.so Giovecca 148/a).
L’iniziativa, sollecitata da studiosi italiani e stranieri, vuole dare spazio a chi, in queste settimane dopo il terremoto, è impegnato nella ricognizione del territorio e nel difficile compito di quantificare i danni e cercare di porre i primi rimedi con le forze e le risorse economiche al momento disponibili.
Della situazione complessiva dei monumenti danneggiati, dei crolli e della messa in sicurezza di edifici pericolanti e dello stato attuale dei musei parlerà la Soprintendente regionale, Carla Di Francesco. Saranno inoltre presenti i Soprintendenti di Bologna e di Modena.
Per il patrimonio culturale della Curia interverrà il responsabile, Aniello Zamboni, coadiuvato da don Stefano Zanella.
Della situazione ferrarese di monumenti e edifici storici e degli interventi di restauro parleranno invece Massimo Maisto, Assessore alla cultura e Vicesindaco di Ferrara, Manuela Paltrinieri, Capo di Gabinetto della Provincia di Ferrara, che relazionerà in particolare sulla situazione del Castello Estense, Maria Luisa Pacelli, Direttore della Galleria Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara, che parlerà nello specifico dei danni subiti da Palazzo Massari.
Completeranno il quadro d’insieme una relazione sullo stato di archivi e biblioteche di Paola Zanardi, responsabile del sistema bibliotecario dell’Università di Ferrara, il resoconto di una esperienza di salvaguardia di opere d’arte dopo il terremoto nelle Marche a cura di Valter Curzi, dell’Università Sapienza di Roma, e la partecipazione alla tavola rotonda di Marcello Balzani, direttore del Laboratorio Teknehub dell’Università di Ferrara e di studiosi e rappresentanti delle Istituzioni e delle associazioni.

Google+
© Riproduzione Riservata